El problema de los castigos

Los castigos no enseñan nada positivo

Carlotta Cerri
Salva

El problema de los castigos, para resumir, es que no enseñan nada positivo. No promueven el crecimiento ético, la responsabilidad, el altruismo o la empatía.

Los castigos promueven:

  • Resentimiento,
  • Estrés, tanto para quien lo recibe como para quien lo inflige;
  • Encontrar trucos para no ser descubiertos;
  • El uso de la fuerza con los amigos, porque enseñan que así se obtiene lo que queremos (que es el revés del educar a la paz);
  • El impulso de mentir; 
  • Egocentrismo, pensar casi exclusivamente en los propios intereses.

Y sobre todo, los castigos no ayudan a desarrollar una familiaridad con el error que en la vida siempre será un salvavidas porque enseña que está bien equivocarse, a caer y levantarse.

En lugar de castigar y condenar el error, quédate a su lado, haz preguntas para comprender, da el beneficio de la duda, reflexionar juntos sobre cómo podrían haberlo hecho mejor

Los atajos en la crianza de los hijos no nos llevan a donde queremos ir. Sí deseas que tus hijos se conviertan en adultos que conozcan el equilibrio, la empatía y la resiliencia, entonces el castigo no es el camino a seguir.

Accedi alla conversazione

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la community e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.

Ti consiglio anche

Cammina. Hai già dieci mesi, dovresti sapere camminare! È solo un piede davanti all’altro. Adesso stai seduto lì fino a che non hai imparato a camminare. Non è così che si cammina. È assurdo pensare che umiliare e punire i bambini, gli insegnerà a camminare vero?  Su questo siamo tutti e tutte d’accordo.  E oggi vorrei dirti che è altrettanto assurdo pensare che punire ed umiliare insegni qualsiasi cosa ai bambini.  Frasi come, Smettila di piangere. Calmati. Vai in camera tua e pensa a cosa ...
1 min
Reel
Le punizioni e le tattiche di controllo e potere come urlare, punire (stasera non ti leggo il libro!), minacciare (se non metti a posto, non andiamo al parco) e umiliare (ma cos’hai, 2 anni, che non sai mangiare da sola?) creano cambiamenti comportamentali nei bambini (li fanno comportare “bene”) perché incutono paura: i bambini hanno paura di chi li punisce. Per questo la punizione “funziona”, perché innesca un arresto dissociativo e rende il bambino così insicuro da sentirsi impotente e qu...
1 min
Reel
Il problema delle punizioni è che non insegnano nulla di positivo a nessuno, sono scorciatoie nella genitorialità che non ci portano dove vogliamo andare. Non promuovono crescita etica, responsabilità, altruismo, empatia.  Promuovono risentimento e stress, sia per chi li riceve, sia per chi le infligge. Promuovono trovare stratagemmi per non essere beccati, voglia di mentire, egocentrismo. Promuovono l’uso della forza con gli amici perché insegnano che con il potere si ottiene ciò che si vuo...
55s
Reel
Se usi minacce, urla e punizioni queste diventano la motivazione del bambino per “comportarsi bene”. Quando le usi, tuo figlio non ti ascolta perché è bravo, ti ascolta perché ha paura di te. L’uso della paura e della vergogna ottiene risultati immediati, crea conformità a breve termine, ma a lungo termine distrugge la fiducia e la sicurezza in sé. I bambini piccoli non sono in grado di soddisfare le nostre aspettative perché la parte del cervello responsabile di controllare gli impulsi non è...
56s
Reel
23 min
Podcast
Esta mañana Oliver tuvo una idea: decidió ir a la escuela en sus rollerblades.Alex y yo intentamos convincerle que no, dicendole que “él todavía no es capaz” de patinar en terre...
3 min
Blog
Aunque escriba casi siempre del aspecto práctico de Montessori porque creo que sea un comienzo genial para empezar a involucrar Montessori en nuestro estilo de crianza, no quier...
5 min
Blog
Desde que Oliver empezó a gatear y coger confianza, Alex y yo estamos diciendo NO con frecuencia. NO, Oliver, no te agarres al horno. NO, Oliver, no te levantes usando el cubo d...
3 min
Blog