📣 Il mio libro è finalmente in libreria! →

Pizza paleo che servirei a un italiano

Carlotta Cerri
Salva

Vivo all’estero e parlo quasi solo inglese, ma rimango pur sempre italiana. E adoro la pizza.

Sfortunatamente, la pizza non rientra proprio nel nostro still di vita paleo e sebbene ce la concediamo ancora ogni tanto, cerchiamo il più possibile di evitare carboidrati artificiali e specialmente quei cibi che contengono glutine. Vivo da anni senza pane, pasta e croissant, ma non toccatemi la pizza.

In questi ultimi anni di conversione a paleo, abbiamo provato varie ricette usando sostituti della farina, ma non è pizza.

Ci è piaciuta la pizza con base di spinaci, ma non è facile prepararla croccante perché gli spinaci la rendono sempre un po’ acquosa.

Poi abbiamo provato la pizza di cavolfiori.

Non sembra proprio pizza, con tanto di crosta? Non solo, ma sa anche di pizza! Ed è facilissima da cucinare!

Gli ingredienti

1/2 testa di cavolfiore1 uovo250g formaggio grattugiatomozzarella grattugiata a piacerepomodoro concentratosalamino piccante

Sale, pepe, origano

Come si fa

È molto più lungo a dirsi che a farsi:

  • Con l'auto di un robot da cucina, ridurre il cavolfiore alla consistenza di neve.
  • Strizzare il cavolfiore avvolgendolo in uno straccio pulito, come in foto.
  • Versare la neve di cavolfiore in una ciotola (noi usiamo sempre le nostre comode ciotole Rig Tig) e aggiungere un uovo, il formaggio grattugiato, sale e pepe. Mescolare con una forchetta.
  • Posizionare il tutto su un vassoio da forno (con carta da forno) e allargarlo con le mani fino a coprire il vassoio, in modo che sia sottile e liscio.
  • Cuocere in forno (200°C) fino a che la parte superiore è dorata.
  • Nel frattempo, preparare il pomodoro con sale, pepe e origano.
  • Tirare fuori la base dal forno e senza aspettare che raffreddi, coprirla con pomodoro, mozzarella e salmon piccante. Non dimenticare di lasciare scoperta la "crosta"!
  • Altri 10 minuti in forno
  • Pronta!

I segreti del cuoco

Si può anche usare la mozzarella fresca, ma tende a rendere la pizza più acquosa.

Allo stesso modo, evitare ingredienti che rilascino acqua, come funghi, pomodorini e ananas.

Se la base è molto sottile, la pizza è addirittura croccante e quasi non sa di cavolfiore.

Pronta in mezz’ora e così buona che la servirei a qualsiasi italiano.


Per una classica serata pizza e film, invece dei pop-corn prova queste deliziose patatine paleo fatte al microonde. Ti sorprenderanno!

Se ti piace questa ricetta e la provi, lasciami un commento e dimmi come è andata. Più teste sono meglio di una!

Accedi alla conversazione

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la community e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.

Ti consiglio anche

Se c’è una cos che piace a me a mio marito è sperimentare con il cibo, specialmente con quelle ricette sane che ti fanno sentire come se mangiassi un cibo proibito. Come la mia ...
2 min
Blog