📣 Il mio libro è finalmente in libreria! →

L'unico consiglio di cui hai bisogno se il tuo bimbo non dorme

Carlotta Cerri
Salva

Ieri sera Emily si è svegliata ogni 30/40 minuti dalle 2.30 alle 6:00. Alle 6:00 era sveglia, sorridente e chiacchierina (devo ammettere che la sua attitudine positiva rende tutto molto più facile!), ma ero determinata a riaddormentarla. Alle 6.50, dopo 50 minuti di conversazioni accese, si è riaddormentata. Alle 7,26 era di nuovo sveglia per iniziare la giornata (con Oliver a ruota).

La scorsa notte arriva dopo diverse (decine di) notti di merda (scusate il francesismo). E quando dico di merda, intendo dire impensabilmente fastidiose ed estremamente frustranti, al punto che spesso mi ritrovo coricata a letto guardando il soffitto e fantasticando di lavarmi le mani dei bambini e prendere una camera in hotel per dormire anche solo quattro ore ininterrotte. Sì, così di merda!

Questa mattina mentre facevo colazione in modalità zombie, con lo sguardo fisso nel vuoto, pensavo ad alta voce: “Quanto possono fare male delle pillole per il sonno a un bambino?”. Sì, sono esausta. E no, non darei mai delle pillole per dormire ai miei figli.

Ma questo mi ha fatto ripensare a tutte le volte in questi quasi due anni in cui la mia amica Amanda mi diceva che Gabriel “non aveva dormito di nuovo” e ogni volta io le dicevo “È solo una fase, passerà!”. All’epoca non avevo mai veramente sperimentato la privazione del sonno come la sto sperimentato ora: Oliver non ha mai dormito tantissimo, ma dormiva a sufficienza, svegliandosi ogni 3-4 ore e riaddormentandosi nel giro di pochi minuti.

Ora che so cosa significa avere una sola notte decente in mesi, ora che ho letto l’intero Internet, che ho provato tutto quello che mi sembra accettabile e ho parlato con tante mamme della privazione di sonno… be’, anche ora le direi la stessa identica cosa. Perché nonostante odi le notti e odi andare a dormire alla sera stanca sapendo che mi sveglierò il mattino dopo altrettanto (o più) stanca, credo di aver capito con assoluta certezza l’unico e solo segreto per il sonno dei bimbi—e se anche tu non stai dormendo di notte, mi dispiace, ti deluderà:

Segui la corrente.

Tutto qui! Puoi provare quello che vuoi—ad essere sincera, io proverò ancora a darle una camomilla per vedere se la rilassa, e sono talmente stanza che ho perfino pensato all’omeopatia anche se non ci credo affatto—ma io credo che nulla farà la differenza, né il trucco dei tre minuti che ha funzionato con Oliver, né il cuscino magico che funziona per il bambino della mia amica.

Perché ogni bambino è diverso e ognuno ha i propri tempi e le proprie esigenze (a volte misteriose) e imparano al loro passo, non li si può forzare. Mai. E nessuno bambino—nessuno, nemmeno quelli che “dormono tutta la notte”—dorme tutta la notte, e se non mi credi, leggi questo vecchio post per piacere.

Ho provato per due anni a creare una routine della buonanotte in modo che Oliver fosse a letto alle 19:00 e noi potessimo avere una serata da adulti: sono stata abbastanza coerente, credo, ma non sono mai riuscita a metterlo a letto prima delle 21:30/22:00. Un giorno, pochi mesi fa, l’ha fatto lui da solo, ha deciso di saltare il pisolino del pomeriggio e alle 19:30 ci ha chiesto di andare a dormire (lo giuro!). Ora si addormenta ogni sera tra le 19:00 e le 19:30 e dorme 12/13 ore di fila. Ha fatto tutto lui da solo, io non c’entro niente.

Quindi, tutto quello che posso dirti è che, anche quando si tratta di dormire, come per tutto ciò che riguarda i bimbi, c’è una sola regola e un solo trucco: segui il bambino.

Buona fortuna a tutti (e anche a me!).

Accedi alla conversazione

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la community e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.

Ti consiglio anche

L’altro giorno ho trovato questa foto e l’ho fissata a lungo. I ricordi riemergevano prepotenti.
2 min
Blog
Non stiamo dormendo molto di notte. A dire il vero, stiamo dormendo molto poco. Tutte queste notti insonni mi hanno fatto capire perché la deprivazione di sonno è una forma di t...
4 min
Blog
Nel post di novità su La Tela, vi ho promesso traduzioni di articoli dei miei blog preferiti e oggi vi presento il primo.Questo blog si chiama Montessori En Casa e lo scrive Cri...
5 min
Blog