📣 Il mio libro è finalmente in libreria! →

L’evoluzione linguistica di Oliver a 3 anni e mezzo

Carlotta Cerri
Salva

(Oliver ha 4 anni, mi ci è voluto un po’ per postare questo, ma eccolo qui)

È passato un po’ di tempo da quando ho pubblicato un aggiornamento sul multilinguismo di Oliver e di Emily, e c’è una ragione: ero nervoso perché Oliver parlava SOLO inglese. Anche se ho studiato come funziona il cervello dei bambini quando apprendono le lingue, ho iniziato a chiedermi se stessi facendo qualcosa di sbagliato mischiando quattro lingue nel suo cervello e non essendo severa nel chiedergli di rispondere in una o nelll’altra lingua. Anche se facevo finta che non mi importasse, le parole della gente “Lo stai confondendo, non penso che parlerà italiano” stavano insinuandosi nella mia testa.

Vuoi la verità? Come sempre, non avrei dovuto preoccuparmi affatto e questa esperienza mi ha ricordato ancora una volta due importanti lezioni sulla maternità:

  • Fidati sempre del potenziale del tuo bambino. Segui il bambino.
  • Non lasciare che i commenti delle persone influenzino ciò che hai studiato sullo sviluppo dei bambini. Informati e segui il bambino.

La nostra esperienza con il multilinguismo

Ma lasciami fare un passo indietro, così se sei nuovo sul mio blog puoi capire di cosa sto parlando: stiamo crescendo i nostri figli con italiano, finlandese, inglese a casa e viviamo in Spagna. Abbiamo sempre utilizzato il metodo OPOL (One Person One Language), il che significa che io parlo solo italiano con i bambini e Alex parla solo finlandese.

Con il tempo, però, abbiamo notato che dovevamo adattare il metodo alle nostre esigenze, perché la nostra lingua familiare è l’inglese e, ad esempio, non ci sembrava naturale rivolgerci sempre ai bambini in italiano e finlandese a tavola quando la conversazione tra me e mio marito era completamente in inglese.

Inoltre, quando Alex ha iniziato ad avere conversazioni più profonde con Oliver, trovava più naturale parlare inglese, poiché è stata la sua lingua principale per oltre metà della sua vita ed è più predominante nel suo cervello della sua lingua madre.

Oliver ci ha messo un po’ più di tempo per iniziare ad esprimersi e quando lo ha fatto, probabilmente ha trovato l’inglese più facile, quindi fino a quando aveva 3,5 anni ha sempre parlato e risposto in inglese, anche quando gli parlavamo in italiano o finlandese e nonostante passasse la maggior parte del giorno con me.

Progresso degli ultimi 6 mesi

Detto questo, ecco un rapido aggiornamento sul multilinguismo di Oliver negli ultimi SEI mesi.

INGLESE

Questa è sicuramente la lingua principale di Oliver (anche se non è la nostra) ed è molto fluente. Ha una vasta gamma di vocaboli, coniuga verbi e può esprimere praticamente qualsiasi cosa (ora stiamo lavorando sul vocabolario delle emozioni). Il suo accento è divertente dato che non ha un solo accento di riferimento nella sua vita e continua ad evolvere.

Non lo correggiamo mai quando dice cose sbagliate (in realtà adottiamo il suo vocabolario, è così divertente!). Ad esempio, pronuncia “pretending” (fare finta) un po’ come “parenting” (essere genitori) che crea un sacco di battute divertenti tra me e Alex riguardo al crescere i figli o “fare finta” di farlo ;-) Non sono affatto preoccupata di non correggerlo, perché so che i bambini ci arrivano da soli: per un anno intero Oliver ha chiamato gli animali “amiols” (che era così carino e divertente!) e poi alla fine si è corretto da solo da un giorno all’altro.

ITALIANO

Per molto tempo, quando parlavo con Oliver in italiano e lui mi rispondeva in inglese, mi veniva spesso naturale ripetere la sua frase in italiano, anche se non sono mai stata molto disciplinata al riguardo.

Quando sono stata in ospedale per tre settimane e i miei figli hanno passato molto più tempo con mia mamma e mio papà, Oliver ha iniziato a cantare in italiano e quando sono tornata a casa, mi ha sorpresa con la sua “nuova” abilità acquisita. Poi un nuovo bambino (metà italiano e metà indiano) ha iniziato nella scuola di Oliver, sono diventati buoni amici e Oliver ha imparato tantissimo italiano da lui (grazie, K!).

Più Oliver si rende conto che in realtà può esprimersi in italiano senza troppo sforzo (perché è tutto nel suo cervello), più comunica e dopo soli pochi mesi iniziava ad avere intere conversazioni con me in italiano: mischia alcune parole inglesi, ma è ora raro che usi l’inglese con me quando siamo soli. Se c’è Alex, passa naturalmente all’inglese, anche se mi accorgo che sta saltando sempre più e con sempre più facilità da una lingua all’altra quando siamo tutti e quattro.

FINLANDESE

Nell’ultimo anno, Alex non è stato molto disciplinato nel parlare finlandese con i bambini, ma visto che ha parlato con Oliver solo finlandese per i primi due anni della sua vita, Oliver capisce assolutamente tutto. Dopo la sua esperienza con l’italiano, è Oliver stesso ora a chiedere e ricordare a papà di parlare finlandese.

Quindi Alex sta parlando sempre più finlandese con loro, ma mischia molto: usa molto finlandese nella sua vita quotidiana, ma spesso passa all’inglese per conversazioni più profonde. Mi dimostrerà forse che usare il mio amato metodo OPOL non è poi così importante? Non vedo l’ora di scoprirlo!

SPAGNOLO

La tata venezuelana che abbiamo avuto in Canada mi ha detto che Oliver parla molto spagnolo, ma io non l’avevo mai sentito. Proprio di recente, però, Oliver ha iniziato a giocare con più bambini spagnoli a scuola e quando l’ho sentito giocare recentemente, parla più di quanto pensassi. E questo viene tutto dalla scuola, perché i nostri amici fuori dalla scuola sono principalmente di lingua inglese.

Seriamente, il superpotere linguistico che ha il cervello del bambino è incredibile, non pensare mai che i bambini si confondino se li esponi a molte lingue alla volta. Tra 0 e 6 anni, i bambini sono davvero dei geni nell’apprendimento delle lingue!

E Emily?

Raramente paragono i miei figli l’uno con l’altro o con altri bambini, non mi interessa se “possono già” o “non possono ancora” fare qualcosa. Ma ho sempre notato che Oliver ha iniziato ad esprimersi più tardi rispetto ai suoi amici e pensavo che fosse perché aveva quattro lingue nella sua vita. Poi è arrivata Emily che ha iniziato a formulare frasi complete quando aveva un anno, e mi ha dimostrato che non è così.

La quantità di lingue nella vita di un bambino non ha importanza per la velocità del suo sviluppo linguistico (materiale per un nuovo post sul blog): ogni bambino ha i suoi tempi, sviluppa l’interesse per le lingue prima o dopo e come sempre, la cosa migliore che possiamo fare è non costringerli, ma semplicemente accompagnarli.

Emily, che aveva lo stesso mix di lingue sin dalla nascita, ha iniziato a comunicare con i verbi quando aveva un anno, è sempre stata interessata a ripetere tutto ciò che diciamo (qualcosa che Oliver non faceva), quindi ora parla molto e la sua capacità di esprimersi in inglese e in italiano ci sorprende sempre (l’altro giorno stavo leggendo un libro in spagnolo e lei mi ha sorpreso di nuovo ripetendo tutto).

Il multilinguismo è un viaggio affascinante: sono rimasto sempre stupito dal modo in cui i miei piccoli studenti hanno imparato l’inglese, ma vederlo nei miei figli e seguirne il naturale sviluppo è dieci volte più affascinante e mi motiva ancora di più a scriverne.

Accedi alla conversazione

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la community e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.

Ti consiglio anche

34 min
A maggio, mentre preparavo la mia intervista per il Congreso Online Montessori 2018, riflettevo su come il multilinguismo possa essere anche uno strumento per educare i nostri f...
3 min
Blog
Nella mia intervista del Congreso Online Montessori 2018, mi è stato chiesto come i genitori che non sanno parlare l’inglese (o un’altra lingua straniera) possano introdurlo nel...
4 min
Blog
Dopo la mia intervista al Congreso Online Montessori 2018, ho ricevuto così tante email da genitori di tutto il mondo che mi chiedevano consigli, raccontandomi le loro esperienz...
5 min
Blog
In tantissimi mi chiedete come se la sta cavando Oliver con le quattro lingue, così oggi ho pensato di rispondere e lo faccio attraverso le sue parole.Oliver parla tanto e sempr...
3 min
Blog
Questo post, come molti sul mio sito riguardanti il multilinguismo sono stati scritti molti anni fa. Da allora la ricerca sul multilinguismo è cresciuta molto e quindi alla fine...
6 min
Blog
Non so se ti ho già detto che stiamo crescendo Oliver trilingue (il paese in cui viviamo si prenderà cura della quarta lingua, lo spagnolo). Io sono italiana, Alex è finlandese,...
6 min
Blog