📣 Il mio libro è finalmente in libreria! →

Perché abbiamo scelto l'autosvezzamento

Carlotta Cerri
Salva

Domenica, per festeggiare gli otto mesi, Oliver ha mangiato un pranzo da re. Alette di pollo, pasta senza glutine all’arrabbiata (per noi, per lui più serena 😉), peperone crudo, pomodoro, cetriolo e mela, per finire su una nota dolce. Ci ha messo un’ora. Niente era sotto forma di purè, Oliver è stato seduto sul suo seggiolone, ha preso tutti i cibi con le mani e ha mangiato ciò che voleva nell’ordine che voleva.Iniziavo a chiedermi quando sarebbe successo, perché da quando abbiamo iniziato con i cibi solidi ai sei mesi, non aveva ancora mostrato molto interesse per il cibo, se non in eventi (molto) sporadici — e con il cetriolo, quello gli piace sempre!Non ero troppo preoccupata, però, perché avevo letto che l’autosvezzamento è un processo lento e graduale: bisogna avere pazienza, continuare a provare e a dare al bimbo quante più possibilità di mangiare possibile e prima o poi succederà. Sono felice di riportare che è successo :-)

Che cos’è l’autosvezzamento (o Baby Led Weaning)?È un metodo inglese (che deriva dal Baby Led Weaning o BLW) per introdurre cibi solidi nella dieta del bambino e significa che lo svezzamento è diretto (o deciso) dal bambino. Ci sono molti libri sul BLW — questo (in inglese) è quello che mi è piaciuto di più — e vi consiglio di leggerne almeno uno prima di iniziare.Esistono anche molti siti web su cui fare scorpacciata di informazione e trovare ricette. Io non leggo molto in italiano, ma questo sembra essere il più completo sull'autosvezzamento (se ne seguite altri, per favore scriveteli nei commenti).Ciò che troverai sul mio blog è la nostra esperienza e, oggi, le ragioni per cui abbiamo scelto l’autosvezzamento.

Perché abbiamo scelto l’autosvezzamento?

Per tre ragioni:

  • Principalmente, perché ci sembra logico e naturale. Scegliere ciò che per noi è naturale e logico sembra essere un principio ricorrente nel nostro stile di vita. Abbiamo scelto Paleo perché ci sembra logico che mangiare prodotti naturali sia meglio che mangiare prodotti artificiali. Abbiamo scelto Montessori perché ci sembra naturale dare ad Oliver indipendenza e libertà di scelta fin da subito — e poi che comodo è il letto per terra? L’autosvezzamento ci è sembrato il naturale complemento alla Paleo (Oliver mangerà sano perché noi mangiamo e cuciniamo sano) e a Montessori (cosa c’è di più indipendente che non essere imboccato? Al bando gli aeroplanini!).
  • Non ho fretta di smettere di allattare. Con l’autosvezzamento ci vuole un po’ di più per smettere di allattare completamente e — come ho già visto con amiche con bimbi più grandi — all’anno stanno appena riducendo le poppate giornaliere. Io non ho fretta, adoro allattare e il mio lavoro e stile di vita mi permettono di farlo.
  • Non sono la classica mamma italiana, odio cucinare con tutta me stessa! Quindi è bastato sapere che non avrei dovuto cucinare pasti diversi per Oliver per convincermi che questo metodo era fatto apposta per me! E la parte migliore è che è proprio così: eccetto alcune volte che mangiamo molto piccante e gli cuciniamo un po’ di pollo senza salsa, finora non ho mai cucinato per lui. Anche questo mi sembra logico e naturale ;-)Negli ultimi giorni, Oliver sta provando diversi cibi ad ogni pasto (stamattina ha mangiato salsiccia di maiale per colazione) e a volte mangia molto e addirittura chiede di più quando io penso che abbia finito.Sono contenta di vedere questo progresso enorme, ma non è stato (ne sarà) sempre facile. Ho avuto i miei dubbi prima di iniziare e anche durante, e ci sono state volte in cui ho messo in discussione il metodo intero — specialmente quando Oliver andava giorni interi senza voler provare alcun cibo. Ma di questo vi racconterò in un altro post molto presto :-)

Se anche tu stai facendo l'autosvezzamento, raccontami la tua esperienza in un commento :-)

Accedi alla conversazione

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la community e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.

Ti consiglio anche

L’altro giorno, come spesso accade, sono entrata in una conversazione sul crescere i figli con o senza carne. E anche se so che mi sto mettendo nei guai, sento di volerne scrive...
11 min
Blog
Oggi voglio raccontarti del nostro primo giorno di autosvezzamento, perché una cosa è leggerlo nei libri, un’altra è iniziare a metterlo in pratica con un bebè di sei mesi. Fa u...
4 min
Blog
Dopo aver scritto delle ragioni per cui abbiamo scelto l’autosvezzamento, voglio raccontarvi come sta andando. Premetto che ci piace un sacco e che lo sceglieremmo di nuovo senz...
4 min
Blog