📣 Il mio libro è finalmente in libreria! →

I bambini a 6 anni: sono su un ponte

Non ancora grandi, non più piccoli. Già grandi, ancora piccoli.

Carlotta Cerri
Salva

A 6 anni i bambini sono a cavallo tra il primo e il secondo piano dello sviluppo: già grandi, ma ancora piccoli. 

È come se fossero soli su un ponte che li porta verso la pubertà: a volte procedono spediti verso l’altra sponda e ci sembrano così grandi; altre volte si guardano indietro, ci vedono più lontani e si ricordano che forse non hanno così voglia di essere grandi. E allora tornano un pochino verso di noi. In quel momento può darsi che esca un comportamento scomodo, da “bimbo piccolo”: non è una regressione, non è un capriccio, è un bisogno della nostra presenza, di tenerci ancora un po’ con sé, perché si rendono conto che si stanno allontanando velocemente. Accogliamoli.⁣

Accedi alla conversazione

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la community e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.

Ti consiglio anche

4 min
Lezione
Dai 18 mesi ai 3 anni è un periodo di grandissima trasformazione e i bambini sono altamente incompresi.
4 min
Blog
Amore incondizionato. Questo è ciò che dobbiamo alle persone che portiamo in questo mondo.Il nostro amore è troppo spesso condizionato. Quando li priviamo temporaneamente del no...
6 min
Blog
Dalla nascita, all'autosvezzamento, all'auto affermazione
5 min
Blog