📣 Il mio libro è finalmente in libreria! →

Il capodanno Montessori

Un'idea per festeggiare il capodanno con i bambini in maniera diversa.

Carlotta Cerri
Salva

Ogni anno, festeggiamo il compleanno dei bambini con il rito del compleanno Montessori. Richiede sempre un po’ di preparazione in più, ma ne vale davvero la pena. Se vuoi leggere che cos’è e come lo facciamo noi, lo trovi sotto questo post, negli articoli consigliati (da me 😉).

Ma oggi voglio condividere con voi un’idea, ispirata dalla mia mentore Montessori spagnola Marta Prada di Pequefelicidad. Lei ne ha parlato in questo post sul suo profilo Instagram (se capisci lo spagnolo ti invito a leggerlo) e io oggi ne condivido con voi una mia interpretazione.

Noi da quando è nata Emily il 31 dicembre, non abbiamo più festeggiato il capodanno, ma questa è mi è sembrata un'idea bellissima, che potrebbe proprio diventare una tradizione per dare importanza a un ciclo che finisce e a uno che inizia. Per celebrare l’anno che si sta chiudendo, con tutto ciò che abbiamo imparato, e dare il benvenuto all'anno che inizia, con tutto ciò che può insegnarci.

È simile al compleanno Montessori, ma si hanno due candele e due cerchi.

Una candela è circondata da 12 foto, che possono essere una per ogni mese dell’anno o semplicemente le più significative dell’anno: questo cerchio rappresenta il ciclo che termina. L’altra candela è circondata da 12 fogli bianchi: questo cerchio rappresenta il ciclo che inizia.

Il ciclo che termina

Accendiamo la candela circondata dalle 12 foto e osserviamo ogni foto, una ad una: possiamo rimanere seduti e prenderle in mano una alla volta o, se abbiamo spazio, possiamo gattonare intorno al cerchio fermandoci a ogni foto per ricordare e raccontare un aneddoto. Quando abbiamo completato il cerchio e osservato tutte le foto, spegniamo la candela e salutiamo l’anno appena finito, ringraziamo per i momenti vissuti, per tutto ciò che abbiamo imparato.

Il ciclo che inizia

A questo punto guardiamo il cerchio del ciclo che inizia e parliamo del significato di quei fogli bianchi: è un ciclo che inizia, pagine ancora da scrivere.

Possiamo rendere il rituale nostro: per esempio, possiamo fare un disegno per ognuno di quei fogli pensando a ciò che per noi ha valore, per tenerlo sempre a mente nel nuovo anno.

Possiamo scrivere una parola su ognuno di quei fogli, parole d'ispirazione, che rappresentano ciò che per noi è davvero importante nella vita.

Oppure possiamo solo parlare del significato dei fogli, di una tela bianca, di un nuovo inizio e poi  mettere una canzone per noi speciale, di quelle che ti fanno venire i brividi. Possiamo cantare e ballare.

E quando abbiamo finito, accendiamo la candela e diamo così il benvenuto al nuovo anno. Siamo pronti. Avanti tutta.

Buon anno nuovo a tutti

Questo 2020 è stato diverso in così tanti modi, che magari avete voglia di festeggiarne la fine in modo diverso: spero che questa idea vi piaccia come è piaciuta a me. E chissà che non inizi una nuova tradizione.

In ogni caso, vi auguro di finire questo ciclo con un sorriso, nonostante tutto, pensando più a ciò che quest'anno ci ha insegnato, piuttosto che a ciò di cui ci ha privato. Positivo sul negativo.

Vi abbraccio.

Accedi alla conversazione

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la community e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.

Ti consiglio anche

Un bellissimo modo di festeggiare il compleanno senza sprechi e celebrando la vita.
8 min
Blog
Non sono mai stata una fanatica del regalo. Mi piacciono i compleanni, mi piace fare un regalo se so che è perfetto, mi piace il dettaglio di una candelina per celebrare insieme...
4 min
Blog