📣 Il mio libro è finalmente in libreria! →

Quello di cui i bambini hanno bisogno

Carlotta Cerri
Salva

Noi dormiamo tutti insieme in una stanza. Lo facciamo da molto tempo, molto prima di iniziare a viaggiare. Le persone dicono, i bambini devono abituarsi a dormire nella loro stanza. I bambini devono imparare a dormire da soli. I bambini devono imparare ad addormentarsi da soli. Io ero una di quelle persone.

Oliver dormiva nella sua stanza quando aveva 4 mesi. Ci siamo esercitati a dormire da soli. Ci siamo esercitati ad addormentarci da soli. Ci siamo esercitati ad addormentarci senza il seno quando si svegliava di notte. Abbiamo fatto tutto ciò che pensavo che Oliver dovesse fare. E lui ha fatto tutto quando gliel’ho chiesto: ero così orgogliosa di noi, di lui e del nostro lavoro insieme.

E poi è arrivata Emily e ho fatto esattamente le stesse cose.

Ma lei non ha dormito per 20 mesi. Si addormentava solo col seno. Mi voleva vicino tutto il tempo. Dormiva meglio con noi: ancora oggi si addormenta nel suo letto e si sveglia nel nostro. Ancora oggi si addormenta con la mano sul seno ogni volta che si sveglia.

Questo mi ha insegnato molto su ciò di cui i bambini hanno bisogno. Non hanno bisogno di ciò che le vecchie generazioni ci dicono che hanno bisogno.

I bambini devono essere vicini ai loro genitori. I bambini hanno bisogno di sentire la nostra presenza in ogni momento, per tutto il tempo necessario. I bambini devono essere presi quando piangono. I bambini hanno bisogno di sapere che siamo lì per loro durante il giorno e anche di notte, per quanto faticoso possa essere. I bambini hanno bisogno di imparare nuove abilità — come addormentarsi in modo indipendente, dormire tutta la notte o lasciare il pannolino — quando sono pronti.

Oliver era pronto molto presto. Emily non lo è ancora. E va bene così.

Perché più di ogni altra cosa, i bambini devono avere l’opportunità di essere se stessi. Devono sentirsi accettati per quello che sono. Devono sapere che li incoraggeremo sempre; che se vogliono, noi siamo lì per loro e con loro ad ogni passo.

Ma la nostra felicità non è il loro successo. La nostra felicità è il loro percorso, un percorso che darà vita alla persona che è già dentro di loro.

“Possiamo insegnare loro nuove abilità, ma non è nostro compito cambiarli" Simone Davies

🌸 C’è questo e molto di più sull’educazione rispettosa nel mio nuovo corso Montessori online per genitori: https://corsi.latela.com/diventa-un-genitore-montessori

Accedi alla conversazione

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la community e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.

Ti consiglio anche

Smettila di piangere!Sento spesso genitori al parco giochi dirlo a figli visibilmente in crisi, probabilmente anche per mostrare agli altri genitori che stanno prendendo provved...
2 min
Blog
A volte condivido le nostre fatiche con Oliver e i suoi giorni no, ho persino scritto un post al riguardo (puoi trovarlo qui), ma c'è una cosa che non ho mai condiviso con te, e...
6 min
Blog
Il cervello coccodrillo ci ha aiutati a visualizzare l’emozione e domarla.
1 min
Blog