Non voglio stare con altri bimbi nel mio tempo libero (noi mamme possiamo essere oneste tra di noi)

Ti è mai capitato di non voler vedere o sentire altri bambini quando i tuoi sono a scuola e hai finalmente un po’ di tempo per te stessa?

A me sì! E mi capita ancora oggi. E probabilmente continuerà a capitarmi fino a quando i miei figli saranno abbastanza grandi da non richiedere a grida la mia totale attenzione 24 ore al giorno.

Non significa che non sono una buona madre, né che non mi piacciono i bambini delle mie amiche, né che devo trovare scuse per far sì che non succeda. Noi mamme possiamo (e dobbiamo) essere oneste tra di noi!

Quindi questo post è per te, mamma che vieni a prendere un caffè con me al mattino e ti presenti con il tuo bambino.

Dal lunedì al venerdì, i miei figli sono a scuola al mattino. Ho queste quattro ore e dieci minuti al giorno per me stessa e per il mio lavoro (questo togliendo il tempo necessario per andare e tornare dal bar dove lavoro. E sì, tendo a correre per risparmiare qualche secondo!).

Quattro ore e dieci minuti in cui spremo ogni secondo per rispondere a tutte le email, scrivere i post sul blog, organizzare gli eventi e pianificare il mio nuovo corso Montessori per genitori.

Quattro ore e dieci minuti in cui posso rimanere seduta a godermi un caffè e ascoltare Jason Mraz invece di Pippi Calzelunghe.

Quattro ore e dieci minuti in cui riesco a sentire i miei pensieri, a volte perdermici pure e persino metterli nero su bianco.

Quattro ore e dieci minuti in cui posso anche andare a fare la cacca da sola.

Sono felice di rinunciare ad alcune di queste quattro ore e dieci minuti per una conversazione ADULTA e significativa in un posto SENZA giocattoli e bambini. Sono felice di rinunciarci per tutto ciò che non comporta interruzioni, crisi di pianto o sentire il mio nome, che oggigiorno è mamma, dieci milioni di volte al minuto.

Mia cara amica mamma, voglio bene a te e anche ai tuoi figli, ma per favore, la prossima volta che ci vediamo durante queste mie quattro ore e dieci minuti di libertà, assicurati che il tuo bambino non sia con te (i bebè sono benvenuti perché non fanno altro che dormire, allattare e regalare sorrisi ;-).

E se abbiamo un appuntamento, ma i tuoi piani cambiano e tuo figlio è con te, per favore, avvisami in anticipo: prometto che non troverò scuse, ti chiederò gentilmente e onestamente: “Ti dispiace se ci vediamo un’altra mattina quando siamo solo noi adulti?”.

Grazie, lo apprezzo davvero, e non vedo l’ora di prenderci quel nostro caffè adulto e significativo!

PS. Questo post è ispirato a una storia vera, ma in quel caso la mia amica mi ha fatto sapere in anticipo che sua figlia si sarebbe unita a noi e le ho chiesto di rimandare il caffè, cosa che lei ha capito in pieno. Perché tra noi mamme ci capiamo se ci regaliamo onestà!

Che bella l'onestà tra mamme, ti fa sentire una mamma normale 😁

Carlotta

Vero? La penso proprio come te! 🤣❤

Penso che questi ti piaceranno

Blog

Educazione a lungo termine, Montessori, multilinguismo e viaggiare a tempo pieno con bambini.