Perché si dice "il mio gatto" ma non "la mia madre"?

Tutti lo dicono, ma pochi sanno perché davanti a “mia madre” non ci voglia l’articolo determinativo (il/la/gli/le).

Onestamente, io stessa — impigrita dalla comodità di conoscere la lingua e saperla usare — sono dovuta andare a spulciare tra i cassetti pieni di ragnatele della grammatica imparata alle elementari.

E la risposta si è rivelata più semplice del previsto.

In italiano, grammaticalmente parlando — perché poi ognuno si concede le proprie licenze dialettali, regionali, di paese, artistiche etc. — l’aggettivo possessivo richiede sempre l’articolo determinativo. È anche questo che separa il vero italiano dal Tarzan della situazione, con quella buffa lingua senza articoli e con tutti i verbi all’infinito.

Vediamo un esempio:

  • Tarzan direbbe: “mio gatto mangiare crocchette” (ammettiamo che abbia un già un discreto vocabolario). Questo è sbagliato
  • Un madrelingua italiano direbbe: “IL mio gatto mangia le crocchette”. Questo è giusto

Eccezione

Ovviamente, però, non potevano non esserci eccezioni anche a questa regola: “madre” è una di quelle.

La regola grammaticale vuole, infatti, che l’aggettivo possessivo con i nomi di famiglia al singolare (madre, padre, zia…), non richieda l’articolo determinativo.

L’articolo determinativo si usa sempre, invece, con i nomi alterati, anche se di famiglia: diminutivi (“zietta”), peggiorativi (“fratellaccio”) e accrescitivi (“sorellona”).

Ecco una tabella esemplificativa ad opera della Loesher Editore (decisamente ai primi posti tra le mie grammatiche preferite):

L’uso dell’aggettivo possessivo

Quindi, davanti a “mia madre” e a questi nomi di famiglia non si usa l’articolo:

  • Padre/Madre
  • Fratello/Sorella
  • Zio/Zia
  • Nonno/Nonna
  • Nipote
  • Cugino/Cugina
  • Marito/Moglie
  • Figlio/Figlia
  • Suocero/Suocera
  • Genero/Nuora
  • Cognato/Cognata

Ricapitoliamo:

?: Perché si dice “mia madre” e non “LA mia madre”?

!: Perché l’aggettivo possessivo con i nomi di famiglia usati al singolare non vuole l’articolo determinativo (“mio padre”, “suo nonno”, “vostra zia”).

Ti è piaciuto? Clicca il cuore, condividi o lasciami un commento :-)Puoi farlo qui.

perche si dice il mio bambino e non il mio figlio?

Carlotta

Vale la stessa regola: figlio fa parte dei nomi di famiglia al singolare 🙂

Anonimo

Quindi è corretto scrivere ; alla pinacoteca di Brera con la mia mamma? Dubbio esistenziale!

Carlotta

Esatto! "La mia mamma" è corretto (oppure "mia madre") 🙂

paola cagnetti

Quando si parla della propria mamma, della propria nonna... si deve dire:la mamma, la nonna oppure: mamma, nonna
ad esempio la mamma dice di fare così oppure mamma dice di fare così....
viene più tardi la nonna oppure viene più tardi nonna.

IO risolvo dicendo "la mia mamma..." :P È tteneroo

Carlotta

E, infatti, cara Baby, oltre ad essere tenerissimo, "la mia mamma" è corretto (al contrario di "mia mamma", come molti si ostinano a dire, sbagliando) per due diverse ragioni:
1. "Mamma" non rientra nella lista e richiede, quindi, grammaticalmente parlando, l'articolo.
2. Vista da un'altra prospettiva, "mamma" potrebbe essere considerato un diminutivo di "madre" (o comunque un nome alterato) e, anche in questo caso, vuole l'articolo.


Insomma, a "mamma" l'articolo piace proprio! E poi sí, vada per la tenerezza, che vince sempre! :-)

Blog

Educazione a lungo termine, Montessori, multilinguismo e viaggiare a tempo pieno con bambini.