La Tela
Episodio 46

Il pannolino si lascia, non si toglie!

Il titolo la dice già lunga: secondo me è tutto più facile quando è il bambino a lasciare il pannolino e non l’adulto a toglierglielo.

In questo episodio richiestissimo da tantissime mamme e anche alcuni papà (giuro!), vi racconto la nostra esperienza con lo “spannolinamento” di Oliver ed Emily e spero di lasciarvi qualche semino per la mente. Se ci arrivate, alla fine dell’episodio riassumo i messaggi che per me sono importanti.

Spero che vi sia utile e vi aspetto nei commenti dell’episodio sul mio sito: spero mi diate anche consigli sui pannolini / mutandine lavabili come vi chiedo nell’episodio. 😉

— Come appoggiare il podcast:

Io non faccio pubblicità e non accetto sponsor, perché le pubblicità mi danno fastidio e non voglio sottoporvi a più pubblicità di quelle che già vi sommergono nella vita quotidiana. Se vi piace il mio podcast e volete aiutarmi a mantenerlo vivo, potete acquistare uno dei miei corsi:

  • Educare a lungo termine: un corso online su come educare i nostri figli (e prima noi stessi) in maniera più consapevole. Tanti genitori mi dicono che gli ha cambiato la vita.
  • Co-schooling – educare a casa: un corso online su come giocare con i figli in maniera produttiva e affiancare il percorso scolastico per mantenere vivo il loro naturale amore per il sapere.

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Cristina • dic 16, 2021

Buongiorno Carlotta, è da un po' che ti ho scoperta e ringrazio il gg in cui è successo, non ci sono parole x descrivere la persona meravigliosa che sei e il lavoro stupendo che fai x noi, grazie. Sono arrivata al punto che non vedo l'ora di stirare, fare le pulizie o guidare x un tratto più lungo x ascoltare il tuo podcast!!! Tutti i tuoi episodi sono di grande ispirazione x me, adoro il tuo modo di comunicare, l'attenzione che metti nei dettagli. Ma questo episodio mi ha particolarmente emozionata, ho le lacrime agli occhi, nel sentire la tua calma e la tua naturalezza su un argomento che ha creato molta ansia nell'affrontarlo, almeno x me. Spero che con la mia seconda bambina riesca a vivere il lasciare il pannolino (anche qui cambio di mentalità rispetto al togliere il pannolino, grazie) in modo naturale, grazie.

🌸 Carlotta • dic 23, 2021

Grazie infinite per il tuo commento, mi hai proprio regalato un sorriso quando hai scritto che non vedi l'ora di stirare, pulire o guidare così puoi ascoltare il podcast. Dolcissima! 💕

Valentina • lug 6, 2021

È il primo episodio che ascolto, perché mi interessava un nuovo punto di vista, per capire se sbaglio qualcosa e devo dire che ne sono rimasta estasiata.
Grazie mille

🌸 Carlotta • lug 8, 2021

Sono felice che ti sia piaciuto 🥰

KP • lug 1, 2021

Per i pannolini dai un'occhiata a Magabi, Ilù, Blueberry e Grovia.

🌸 Carlotta • lug 8, 2021

Grazie, ci guardo! 🌸

SARA BERNARD • giu 25, 2021

Ciao Carlotta, seguo da poco e con grande interesse i tuoi podcast. Sono mamma di un bambino di 25 mesi e da un po' di tempo si strappa da solo il pannolino e va in giro nudo. Io ho provato a lasciarlo così ma fa la pipì in giro. Ovviamente non è pronto. Mi hanno suggerito le mutande di apprendimento. Cosa ne pensi? Grazie e un abbraccio

🌸 Carlotta • lug 8, 2021

Non saprei che cosa consigliarti perché e non le ho mai usate io stessa. Forse se usate gli usa e getta, le mutande d’apprendimento hanno un senso perché il bambino si sente bagnato. Ma se usate già i lavabili, non credo faccia molta differenza. 😊 se ti può aiutare, io a suo tempo avevo deciso di non comprarle.

Veronica • giu 12, 2021

Ciao, sto per iniziare l'avventura spannolinamento perché mi sembra che la mia bambina sia pronta e mi ha fatto piacere ascoltare il tuo podcast e sentire la vostra esperienza.
Mi hai fatto molto ridere quando hai detto che non sei mica matta a svegliarti apposta per portarla in bagno durante la notte ora che finalmente dorme fino a mattina!
Grazie per questa finestra di vita quotidiana normale

🌸 Carlotta • lug 8, 2021

🤣🤣 è proprio così, sono le testuali parole che ho detto a mio marito! Se vuole lo fa lui! 🤣 Ps. Sono felice che ti sia piaciuto l’episodio 🌸

Sara • mag 20, 2021

Ciao Carlotta, ho trovato molto interessante questo episodio, grazie mille ☺️ mi piacerebbe confrontarmi con te su una questione: dov’è il limite tra aspettare che le cose e i corpi facciano il loro naturale percorso e invece intervenire per modificare una situazione (es chiedendosi se c’è una causa o in altro modo)? Io non ho una risposta e fatico ad avere un’idea precisa, mi piacerebbe proprio un confronto. Pensandoci e ripensando al tuo racconto forse il limite sta nella tranquillità e serenità di una scelta? Tu, come mamma di Emily, ti senti che stai facendo la cosa migliore per voi ad aspettare che il suo corpo ricordi e quindi va bene così? Grazie mille ☺

🌸 Carlotta • giu 1, 2021

D'istinto risponderei "l'istinto". Io posso parlare per me: io so di stare facendo la cosa migliore. So anche che ci sono bambini che soffrono di enuresi notturna, perché certamente mi sono informata, ma per ora sono tranquilla e so di volere aspettare. Questo per me è sufficiente: quando noi genitori siamo tranquilli e non ne facciamo un problema, spesso il "problema" si risolve da solo. PS. Emily dopo questo episodio è andata avanti 5 giorni con lo stesso pannolino, sempre asciutto al mattino, poi ha ricominciato ma con la ritrovata consapevolezza di essere capace e un po' più di sicurezza in sé e ottimismo. 🙂

Elena • mag 17, 2021

Ciao Carlotta seguo con interesse i tuoi podcast che si dimostrano sempre utilissimi per avere un confronto di esperienze! Mi soffermo sul tema della gratificazione, spesso io e mio marito applaudiamo quando mia figlia riesce a fare qualcosa totalmente in autonomia (es: mangiare con la forchetta -ha 18 mesi-) non pensando di fare qualcosa di sbagliato per lei...hai consigli su tuoi contenuti del blog/podcast in cui trovare consigli sull’approccio migliore da adottare con i nostri bimbi in queste situazioni? Grazie!

🌸 Carlotta • giu 1, 2021

Purtroppo no, forse solo un accenno in questo post: https://www.lateladicarlotta.com/7-frasi-chiave-filosofia-montessori

Ma sul mio corso online ci sono parecchie unità dedicate a questo tema 🌸

Vittoria • mag 15, 2021

Ciao Carlotta, è la prima volta che mi trovo ad affrontare questo argomento. Certo è, che ai bambini, non bisogna insegnare nulla perché imparano tutto da soli con l'emulazione. Ho ascoltato il tuo podcast e mi ha rassicurata tanto, perché mio figlio già vda quando aveva poco meno di 18 mesi già diceva cacca e pipì, ma, volendo il vasino in modo alternato. Quando credevo fosse arrivato il momento, non ha voluto più farla nel vasino! Insomma siamo tornati indietro senza problemi, ora che ha 26 mesi, mi ha chiesto le mutandine, le ha viste, oltre che a me, alla cuginetta. Io però sto lavorando e al nido non lo aiutano tanto ( però è stato l'unico che lo ha accettato ad aprile, perché mi trovo lontano da casa). Così le abbiamo comprate, ma sto temporeggiando, aspetto il 15 giugno per andare al mare, così da seguirlo personalmente con tranquillità. Nel frattempo, metterò in pratica i tuoi consigli sul renderlo autonomo nel cambio del pannolino, e vediamo come andrà. Grazie

🌸 Carlotta • mag 20, 2021

Con quello spirito e accoglienza, secondo me andrà tutto molto bene! 🙌 Fammi sapere 🥰

Giulia • mag 14, 2021

Ciao Carlotta! Ti ho scoperta da poco e ne sono molto felice! Ho iniziato il tuo corso co-schooling e, se non fosse per la mancanza di tempo, l'avrei finito in un baleno! Questa questione del pannolino mi tocca molto.
Mio figlio maggiore ha tre anni e mezzo e ancora porta il pannolino di giorno (di notte non glielo metto più perché si sveglia sempre asciutto). Abbiamo fatto dei tentativi in passato, ma sono tutti falliti miseramente. Così mi ero ripromessa di aspettare che fosse lui a manifestare palesemente il desiderio di lasciare il pannolino. Ad oggi però ancora non è successo e io non sono più serena e non mi sento più di aspettare. Speravo che alla scuola materna, vedendo gli altri bambini andare in bagno, gli venisse voglia di provare. Invece niente. Lui sa vestirsi da solo e trattiene la pipí per molte ore, insomma da quel punto di vista è pronto . Io credo che lui sia troppo impegnato ad imparare altre cose (viviamo in Germania e da qualche mese è molto preso dalla lingua ad esempio). Io però non me la sento più di aspettare. Sarebbe molto sbagliato fare un nuovo tentativo?

🌸 Carlotta • mag 20, 2021

Potresti proporglielo e parlarne con lui, andare a comprare mutandine insieme ecc (senza dire che ormai è grande o fare comparazioni con gli amici), ma se lui non è dell’idea, io ti consiglierei di aspettare, perché credo sarebbe controproducente.

Maddalena • mag 12, 2021

Grazie bellissimo episodio! Io sono nella fase dubbiosa. Nicola ha 2 anni e 9 mesi e a seconda delle giornate fa pipi nel vasino e cosi anche a scuola oppure il pannolino e’ zuppo.
Le chiedo di venire in bagno con me ma non sempre viene. Mi lancia segnali contrastanti e non so proprio cosa fare.
Spesso vuole le mutand ma sopra il pannolino. Lei capisce e parla bene quindi nn so se devo aspettare altri segnali oppure provare a proporre io la cosa e vedere. A scuola (classica) mi dicono di provare fra un pochino e secondo loro in pochi giorni capirebbe bene il meccanismo. Lei e’ una delle piu’ piccole nella sua classe infatti mi racconta tutti quelli che sono senza pannolino come bimbi piu’ grandi di lei, si vede che a scuola dicono qualcosa...
sono in confusione aiuto 😩

🌸 Carlotta • giu 1, 2021

Se la situazione è ancora la stessa, io da quello che mi racconti penso che abbia bisogno di ancora un po' più di tempo. Magari per un po' metti via le mutandine e vedi se te le chiede (magari le vuole solo perché le vede, ma in realtà non ha desiderio di togliere il pannolino).

Io, per abitudine e coerenza, con entrambi se volevano mettere le mutandine, facevo togliere il pannolino, proprio per comunicare la differenza: questo è un pannolino che assorbe la pipì, queste sono mutandine e non assorbono la pipì (quindi se la fai nelle mutandine va sul pavimento o sulle tue gambe). 🙂

Elisa • mag 10, 2021

Episodio molto utile. Molti spunti per il nostro percorso e una pacca sulla spalla per i momenti in cui dobbiamo accettare di fare un passo indietro anziché in avanti. Io ho fatto il tuo stesso "errore" iniziale con il mio bambino e ne ho avuto subito la prova... non appena mi sono rilassata e ho smesso di interrogarlo ogni 5 minuti, tutto è andato meglio. Grazie!

🌸 Carlotta • giu 1, 2021

Ecco, una bella pacca sulla spalla ci va sempre!

Lorenzin • mag 8, 2021

Ciao Carlotta! Potresti fare una ricerca come ‘mutandine di transizione’, conosco quelle in cotone biologico della marca “kikko”.
Mi sembra facciano un modello simile “popolini” e “zoocchini”.
Se l’assorbenza non dovesse essere sufficiente, a noi sono piaciuti i pannolini lavabili Charlie Banana, hanno i bottoncini, ma una volta regolati credo si possano indossare agevolmente a mutandina perché hanno anche un elastico in vita.
Buon percorso 😊

🌸 Carlotta • mag 10, 2021

Grazie mille! Ne ho trovate un paio che mi piacciono perché sembra che si possa aggiungere un booster, perché in realtà una mutandine da transizione classica una pipì notturna di una bimba di 4 anni difficilmente la contiene, credo. Qual è la tua esperienza? Le usavi di notte? PS. Ottima idea quella di chiudere i bottoncini e poi infilarli, se non trovo altra soluzione farò così 🌸

Lorenzin • mag 10, 2021

Si, le usavo più per sicurezza, ma il mio bimbo si svegliava comunque, asciutto o bagnato era uguale 😅

Valentina • mag 8, 2021

Ciao Carlotta! Noi viviamo lontano dai nonni/parenti vari e ho notato che quando cambiamo ambiente (andiamo in vacanza o torniamo nella città dei nonni dove abbiamo la nostra casa) i bambini perdono o cambiano alcune routine. In alcuni casi ci va bene in altri meno 😅 ho notato che il mio piccolo di 2,5 anni, che ha lasciato il pannolino qualche mese fa, dopo qualche settimana dallo spannolinamento stava regredendo ma questa regressione è coincisa con il nostro viaggio verso la Città dei nonni e da quando siamo arrivati là non ha più "sbagliato" con la pipi e c'è stato un netto miglioramento. Considerato che voi cambiate ambiente spesso per il vostro stile di vita magari quando ricomincerete a viaggiare la situazione cambierà.. E se lasciaste i bambini una notte solo con i nonni o la zia? Magari si sentirebbe più responsabilizzata e si "ricorderebbe" come fare... Vabbé, idee random! Scusami, non voglio assolutamente intromettermi nella vostra vita. Un abbraccio!

🌸 Carlotta • mag 8, 2021

Grazie per il tuo commento 🙂 Guarda, il tutto è iniziato in Nuova Zelanda, quando ancora eravamo in viaggio, quindi spostandoci spesso, la nostra routine e vita non era cambiata (l'avrei capito di più se fosse coinciso con il ritorno in Europa, ma pazienza!). In realtà siamo tranquilli, non abbiamo fretta, quindi non credo che mi attiverò per trovare soluzioni. So che il suo corpo presto si ricorderà come fare 🤞

Sara • mag 7, 2021

Ciao Carlotta ! Moooolto interessante questa tua testimonianza ! Anche io ho fatto il tuo errore : mi sono lasciata prendere dall'ansia e il primo tentativo con Ismaele, è fallito; ho aspettato lui, che fosse pronto, e con una serenità e naturalezza incredibile, ad un certo punto lui mi ha chiesto le mutandine, il vasino, e gli incidenti sono rarissimi (ha 2 anni e mezzo). Con la pipì quindi tutto bene...con la cacca invece, ancora non si sente sicuro, e la fa nelle mutandine o la mattina al risveglio, prima di togliere il pannolino che ancora usiamo la notte. Non lo sto forzando e sono molto tranquilla, ora : so che tra poco arriverà anche il momento di fare pace con la cacca 😂
In merito ai lavabili : io ho usato Little Lamb non a mutandina però, quelli con i bottoni. Un abbraccio forte

🌸 Carlotta • mag 8, 2021

Ecco, credo anche io che la tranquillità aiuti tantissimo! Uffi, i Little Lamb mi piacciono un sacco, ma sto proprio cercando mutandina… la ricerca continua!

Corsi online

Aiuto mamme e papà ad essere genitori più consapevoli e ad affiancare la scuola (o scegliere l’homeschooling) nell’educazione dei figli.

Mamme, papà & bimbi
Non sappiamo come fare i genitori, lo impariamo ogni giorno. Questo è il mio essere madre, le mie piccole vittorie e le amare sconfitte, le mie verità scomode e le infinite lezioni di vita Montessori. E anche tutti i prodotti per bambini e i giocattoli che amiamo di più.
Montessori
Un giorno, io incinta di Oliver, mio marito mi disse: "Perché non mettiamo un materasso a terra nella camera del bimbo?". "Mai e poi mai" fu la mia risposta. È proprio così, con un rifiuto, che iniziò il mio viaggio Montessori e da allora respiro, vivo e applico la filosofia in casa ogni giorno, iniziando da me. Educare i bambini inizia da noi genitori. Per questo ho creato corsi apposta per i genitori che vogliono intraprendere un'educazione alternativa.
Vita sostenibile
Vivere in modo sostenibile per me non significa solo avere uno stile di vita più ecologico. Significa prendere decisioni sostenibili per il nostro pianeta, le persone che lo abitano, ma anche per la nostra vita, il nostro stile di vita e la nostra felicità. Significa cogliere ogni occasione quotidiana per evolvere come esseri umani, per essere più felici, più sani, più gentili, più responsabili e più premurosi — l'unico modo sostenibile per un futuro significativo.
Prima volta su La Tela?
Ho preparato alcune collezioni di articoli che ho scritto nel corso degli anni. Magari trovi qualcosa che ti interessa.
Grazie per avermi ascoltata!