Una routine efficace quando i bambini devono separarsi da te

Carlotta Cerri
Salva
Quando è il momento di separarvi, soprattutto se tuo figlio o tua figlia fa fatica, avere una routine della separazione aiuta tantissimo, perché dà sicurezza e offre un qualcosa di familiare in un contesto altamente estraneo. La routine, però, è efficace quando è breve: più è lunga (2 canzoni, 3 balletti, 17 abbracci, 52 baci…), più si posticipa il momento della separazione e questo può comunicare a tuo figlio che tu non sei pronto o pronta a separarti. 

Quindi mantieni la routine breve: un abbraccio, un «sei al sicuro, torno a prenderti all’1», mettigli un disegno in tasca che possa guardare quando gli manchi o disegnatevi lo stesso disegno sulla mano, battete il vostro cinque speciale, poi ti giri e vai via con sicurezza e fiducia.

La preparazione è la chiave. Preparate insieme a casa la routine della separazione in modo che tutti abbiate chiaro che cosa succederà quando arriverete al cancello o alla porta. Puoi dire: «Ok, voglio assicurarmi che tutti sappiamo che cosa fare quando arriviamo. Ti do un abbraccio, ti dico che sei al sicuro, ci battiamo il cinque e poi tu entri e io vado via e torno a prenderti dopo qualche ora. Lo proviamo insieme?».

Racconta anche all’insegnante la vostra routine e chiedi che non interferisco: lo fa con buoni intenzione, ma a volte peggiora la situazione e invece voi avete un obiettivo comune. 

E ricordati, qualsiasi cosa accada, per quanto sia difficile, non andare via senza salutare tua figlia (nemmeno se te lo consigliano), perché quando rompi quella fiducia poi diventa tutto molto più difficile.  

Ps. Se pensi che questa preparazione genererà più ansia che tranquillità, ti invito ad ascoltare l’episodio 144 del podcast.

Accedi alla conversazione (è gratis!)

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la comunità e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.