Il linguaggio modella mentalità (via il focus dall'apparenza)

Carlotta Cerri
31 luglio 2022
Salva
Il linguaggio non solo modella mentalità, ma le trasporta: le porta con sé di generazione in generazione, di mente in mente.
Sento spesso genitori parlare con altri adulti di diete davanti ai figli, o dire che devono perdere un chilo, o che hanno preso mezzo chilo. Non so che fatiche abbiano dovuto vivere loro con il cibo, quello che so è che ci va pochissimo a passare queste fatiche ai nostri figli. La mentalità della dieta e del non accettare il nostro corpo cosi com’è inizia proprio da queste frasi, che non sono rivolte ai bambini, ma che loro sentono e assorbono e fanno proprie.

Se i miei figli sentono frasi come:

“Devo perdere 2kg”

“Faccio digiuno, perché devo dimagrire”

“Ho preso 1kg in vacanza”

“Devo mettermi a dieta per la prova bikini”

“Stai benissimo! Sei dimagrita?”

“Hai visto come è ingrassata X? Povera!”

Magari non pensano nulla ora. Ma quelle frasi rimangono dentro di loro, nel loro set di valori e principi. Nel loro linguaggio. E poi crescendo collegano i puntini. Mettono quelle frasi insieme alla mentalità dell’apparenza, ai corpi nelle pubblicità e nei film, al modo in cui la gente parla di corpi che non rientrano negli standard di bellezza socialmente accettati.

E piano piano iniziano a pensare che i numeri sulla bilancia contano (e contano più della salute), che si fa sport per dimagrire e non per essere sani, che ci si priva del cibo (sempre o in certi periodi dell’anno) per ottenere e mostrare un corpo accettato dalla società, che il cibo è nemico del corpo bello, che ciò che pensa la società del nostro corpo è più importante di come ci sentiamo, che come appare il nostro corpo da fuori è più importante di come è dentro.

Apparenza VS salute. 

Tu pensi che queste frasi siano innocue. Non lo sono. Pensi che i tuoi figli non le sentano, perché stanno giocando concentrati non così vicino. Non è così. 

Pensiamo queste frasi del nostro corpo e di quello degli altri, perché ci hanno cresciuti/e con questa mentalità. Ma possiamo liberarcene e non passare questa schiavitù ai nostri figli. 

Se pensi o dici ancora queste frasi, prova a non dirle ad alta voce (davanti ai figli e in generale). E sostituiscile, poco alla volta, anche nella tua mente, con frasi che comunichino accettazione e amore per il corpo.

Invece di dire, Oggi non mangio il gelato perché devo perdere peso, posso dire, Oggi non mangio il gelato perché voglio nutrire il mio corpo di cibi sani, nutrienti. Invece di dire, devo andare a correre perché devo dimagrire, snellire, fortificare, posso dire, Faccio esercizio perché amo il mio corpo e voglio prendermene cura. 
Togliamo il focus dall’apparenza e mettiamolo sull’essenza. 

Accedi alla conversazione (è gratis!)

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la comunità e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.