Carta

Il materiale più riciclato in Europa

Anteprima

Ascolta un breve estratto dell'episodio

Che cosa trovi all'interno?

Ci piace offrire quello che vorremmo ricevere noi stessi.

Un'audiostoria breve in tre lingue: italiano, spagnolo e inglese (qualora disponibili)
Un riassunto dei punti salienti
Idee su come usare la storia per altre attività
Altre curiosità che potrebbero avviare conversazioni
Foto reali del tema di cui si parla
Link a video di approfondimento brevi e adatti ai bambini

Scopri la serie

La nonna che parla è una collezione di audostorie brevi per l'infanzia su animali, natura, posti e persone, tutte basate sulla vita reale e (quasi) tutte in tre lingue (italiano, spagnolo e inglese, comprese nel pezzo!).

Come sono nate?

Quando Carlotta, Alex, Oliver ed Emily sono partiti per viaggiare per il mondo, la nonna Savina ha trovato questo modo speciale di superare la distanza e stare vicina ai suoi nipoti: ogni settimana scriveva, registrava e inviava loro una storia.

La giornalista che è in lei misto al desiderio di rispettare la nostra impronta Montessori (in cui preferiamo non offrire la fantasia ai bambini prima dei ~6 anni), l'ha portata a creare storie che fossero basate sulla realtà, in stile documentaristico, coinvolgente e divertente.

Perché le abbiamo trasformate in un prodotto?

Quando inviò la prima — la luna — Oliver ed Emily, che allora avevano 2,5 e 4 anni, rimasero ad ascoltarla in silenzio, senza nemmeno muoversi. E poi chiesero di riascoltarla. E di nuovo. E di nuovo.

Per questo abbiamo deciso di farne un prodotto e di imprestare a tutti i bambini e le bambine la nostra nonna. Le storie sono brevi, divertenti e raccontate con tanto entusiasmo e affetto che tutti i bambini e le bambine che le ascoltano ne rimangono affascinati!

Che cosa trovi all'interno?

Mi piace offrire alla community di La Tela quello che vorrei ricevere io stessa.

All'interno un genitore non trova solo la storia in formato audiolibro, ma trova tutto quello di cui ha bisogno per imparare divertendosi insieme ai suoi bambini:

  • Un riassunto dei punti salienti
  • Idee su come usare la storia per altre attività
  • Altre curiosità che potrebbero avviare o riempire conversazioni
  • Foto reali del tema di cui si parla affinché non sia il genitore a doverle cercare su internet 
  • Link a video di approfondimento brevi e adatti ai bambini
  • La stessa storia in tre lingue: italiano, spagnolo e inglese (qualora disponibili). Se la nonna la crea, i vostri bimbi e bimbe la ricevono! 

Oliver ed Emily le ascoltano quasi ogni giorno e fanno parte integrante dell'homeschooling: una settimana la scuola con i bimbi ha toccato argomento su pipistrelli, vulcani e castelli medioevali e… c'era una "favola della nonna" per oguno!

PS. Oliver ed Emily sono d'accordo a imprestarvi la nonna. 😉

Prima o poi quello è il nostro obiettivo. Le bandierine ti dicono la lingua in cui ogni audiolibro è disponibile.

Puoi ascoltarli direttamente su La Tela (proprio come il mio podcast), per averli sempre con te oppure scaricarli come mp3 e aggiungerli al lettore dei tuoi bambini.

Sì, Savina Sciacqua (la creatrice) è la voce italiana. Le voci spagnola e inglese (americano) sono native. 

Ogni mese aggiungiamo nuove Favole reali! Se hai una richiesta specifica, inviala a ciao@latela.com e La nonna che parla provvederà!
Perché il cervello dei bambini prima dei ~6 anni non è in grado di distinguere tra fantasia e realtà e ha bisogno di realtà per costruire delle fondamenta solide. Ne ho parlato in questo episodio del podcast.
Sì. All'ora di pagare seleziona SEPA e puoi pagare con bonifico.
Conosci Savina
Da anni ho come influencer le mie figlie. Mi hanno portata nel nuovo che avanza. Ma adesso sono i miei nipoti Oliver e Emily a ispirarmi. I bambini istintivamente sanno ed io per andare avanti ho bisogno di tornare indietro. Spontanea, curiosa, birbante, egoista, fragile? Soprattutto vera! Sarò una bambina nonna.
«I miei figli ascoltano questi audiolibri da quando avevano 2 e 3 anni: grazie a essi, non solo hanno imparato tantissime cose del mondo reale, ma hanno sviluppato una bellissima concentrazione e hanno imparato ad amare i contenuti audio. Li ascoltavano mentre giocavano, mentre disegnavano, mentre guardavano fuori dalla finestra, per rilassarsi, nei nostri spostamenti in viaggio… e oggi li preferiscono perfino alla TV. »