📣 Il mio libro è finalmente in libreria! →

Quando il mondo fuori rema contro (nella pratica)

Carlotta Cerri
Salva
Io sono convinta che tutti possiamo educare diversamente da come siamo stati educati, se lo scegliamo. In tanti tanti anni di lavoro con i genitori, conto sulle dita di una mano le famiglie che non ci sono riuscite. 
Nel video precedente vi ho praticamente detto, quindi, che ha senso scegliere un’educazione diversa in casa e che questa farà la vera differenza nel futuro dei nostri figli. 
Ma il mondo fuori casa esiste, noi non viviamo in una bolla. 
E quindi come si fa nella pratica?

Ecco quattro idee: 
  1. Parlate con i vostri bambini delle scelte altrui (insegnanti, nonni…) senza giudizio: “I nonni fanno così, noi in casa facciamo cosà”;
  2. Fate domande ai bambini senza apportare la vostra opinione: chiedete che cosa hanno provato quando hanno sentito una determinata frase (Es. “se non stai fermo, arriva la polizia”) o hanno visto una determinata azione (Es. l’insegnante che mette l’amico in punizione). E usate queste situazioni per riflettere con loro su come scegliere di agire voi in famiglia. 
  3. Quando affrontare questi argomenti, usate questa espressione: “nella nostra famiglia”. Es. nella nostra famiglia non diciamo bugie. Fa notare che non importa come si comportano gli altri: noi possiamo scegliere di fare diversamente da loro e come ci comportiamo e chi siamo è SEMPRE una scelta personale.
  4. Siate coerenti e costanti nelle vostre azioni e parole e quando non ci riuscite, chiedete scusa e spiegate che per voi a volte è difficile perché siete stati educati in modo diverso, ma avete scelto di non ripetere quel tipo di educazione. 
E abbiate fiducia nell’educazione che avete scelto e nel cambiamento che volete promuovere: io la chiamo educazione a lungo termine perché i risultati magari non si vedono oggi, ma ti assicuro che si vedono, appunto, a lungo termine. 

Accedi alla conversazione

Parla di questo post con il team La Tela e tutta la community e unisciti alle conversazioni su genitorialità, vita di coppia, educazione e tanto altro.

Ti consiglio anche

Tanti genitori mi dicono: «Carlotta, educo mio figlio con i principi che insegni, senza punizioni, etichette e minacce, ma fuori “il mondo reale” è tutt’altro: come faccio?». Prima di tutto ti invito a pensare che parlare di “reale” riferendoti a quello che trovi fuori casa sminuisce le scelte che fate in casa. L’educazione a lungo termine È reale, perché è LA VOSTRA REALTÀ, è la realtà che avete scelto. Magari parlerei quindi di “mondo fuori casa”.  Anche chi sceglie una scuola tradizional...
1 min
Reel