Ti devo delle spiegazioni
Sent on 12 luglio 2021

Credo che a un certo punto uno debba ammettere i propri limiti. 

Pubblico regolarmente sul blog, ogni settimana (ok, a parte una ūüôą) da ormai 54 settimane pubblico un nuovo episodio del podcast (che tra l'altro continua imperterrito ad essere il primo in classifica in Italia nella sua categoria, io cos√¨ ūüė≥), aggiorno le storie di Instagram, rispondo ai messaggi sul corso, sul blog, sui social‚Ķ ma la newsletter √® il mio tallone d'Achille.

Ecco, l'ho detto.

Non √® che non mi piaccia scriverla. √ą¬†che 1. Ho una lista immensa di progetti nuovi che voglio portare avanti e ogni mio minuto libero lo dedico a loro¬†e 2. La newsletter me la dimentico!¬†Per questo¬†ne ricevi¬†una ogni eclisse di luna (e¬†quindi no,¬†non √® la tua mail che ha un problema ūüėČ).

Quindi… visto che ne mando poche, almeno che contino.

So che sono sparita per un paio di settimane e ho promesso che appena riuscir√≤ far√≤ una live su Instagram per spiegare tutto ‚Äď non perch√© devo, ma perch√© voglio, perch√© questa comunit√† per me conta.¬†Ma oggi ho deciso di raccontarlo a te e a tutti coloro che sono iscritti alla mia newsletter, perch√© mi piace avere questo canale pi√Ļ immediato e privato.

Siediti perché è una storia (per me) strana che ha a che fare con la pandemia.

Abbiamo preso il Covid

Ok, e fin¬†qui qualcuno dir√† che non c'√® nulla di strano¬†(anche se per noi¬†strano lo √®,¬†perch√© abbiamo fatto un anno in Nuova Zelanda senza Covid, torniamo e zac! ūüôĄ).

La parte strana è che abbiamo fatto la prima dose del vaccino mentre avevamo il Covid. Ma andiamo in ordine…

Ho iniziato ad avere i primi sintomi un giovedì, ma non lo sapevo che erano sintomi. Avevo mal di testa e mal di schiena e l'ho attribuito al fatto che dovevano arrivarmi le mestruazioni. Anzi, sono anche stata felice perché magari mi arrivavano di nuovo in anticipo (come era già successo il mese precedente) e così per le vacanze con i nostri amici della settimana dopo non le avrei avute.

Ha. Illusa.

Il mal di schiena e il mal di testa se ne sono andati dopo un paio di giorni e le mestruazioni sono arrivate. Mi sentivo stranamente stanca, ma di nuovo l'ho attribuito alle mestruazioni.

Passano i giorni e arriviamo a lunedì, giorno della prima dose del vaccino.

Ci vaccinano puntuali come un orologio svizzero (anzi, in anticipo, eravamo fuori prima dell'orario del nostro appuntamento… mai successo in Spagna in 13 anni che ho vissuto qui).

Siamo vaccinati. Yay!

La sera e la mattina dopo ho un po' di febbre, ma non mi preoccupo: so che è un effetto collaterale del vaccino.

Il giorno dopo mi sento meglio, ma mi cola un po' il e al¬†pomeriggio‚Ķ¬†perdo l'olfatto e il gusto!¬†Boom, da un minuto all'altro¬†non sento pi√Ļ gli odori e i sapori, nulla, nada, zilch.

Mi preoccupo: questo non è un effetto secondario del vaccino. Decido di tenere i bimbi a casa dal centro di attività e vado a farmi un test antigienico: NEGATIVO. "Non ha il Covid, buon viaggio!", mi dicono alla clinica.

Non mi torna

Alex suggerisce di fare anche un PCR e, nonostante mi scocci¬†pagare un test in pi√Ļ,¬†sono d'accordo. Il giorno dopo arriva il risultato: POSITIVO. Ho il Covid.

Sono confusa, non ho avuto nessuno dei sintomi che mi aspettavo: niente raffreddore, tosse, febbre… scopro allora, facendo ricerca, che la variante Delta funziona proprio così.

Sono arrabbiata. Sapete quante compagnie aeree accettano l'antigienico? Quanti stanno volando per tutta Europa con un test negativo mentre hanno il Covid? Non mi stupisce che la pandemia sia scappata di mano.

Mi sento frustrata (e scema). In Spagna √® tutto aperto, la vita sembra tornata alla normalit√†, rispetto all'Italia di maggio¬†questo √® un altro mondo.¬†Ho¬†abbassato la guardia, mi sono rilassata anche io e non avrei dovuto:¬†i contagi sono ancora alti ‚Ästnon so che cosa vi arrivi in Italia n√© come sia la situazione l√¨, ma qui¬†la variante Delta sta facendo stragi,¬†i contagi sono alle stelle.¬†

E no, non sono l'unica.

Anche la mia migliore amica (con la quale saremmo dovute¬†andare in vacanza due giorni dopo) perde il gusto e l'olfatto, ha il Covid anche lei ‚ÄĒ¬†l‚Äôabbiamo probabilmente preso insieme. Poi a ruota Alex perde il gusto e l'olfatto, l'ha probabilmente preso da me. Ha il Covid anche lui.

Siamo messi bene.

Sono giorni emotivi

Il corpo sta bene, fortunatamente non abbiamo sintomi, ci sentiamo quasi normali, solo stanchi. La mente è un’altra storia: che cosa succede se abbiamo bisogno di ospedalizzazione entrambi? E i bimbi l'hanno preso? Emily probabilmente sì perché ha avuto due giorni di raffreddore e tosse, Oliver nulla. Ma soprattutto… quali sono gli effetti a lungo termine di questo virus?

E poi il pensiero ovviamente va agli altri ‚ÄĒ¬†in questo mondo non si pu√≤ pensare ‚Äúio‚ÄĚ, bisogna pensare ‚Äúnoi‚ÄĚ se vogliamo fare la differenza:¬†quante persone abbiamo infettato nei giorni in cui non sapevamo di avere il Covid?

Chiamo tutti quelli che conosco con cui siamo stati in contatto e stanno tutti bene: fortunatamente non abbiamo fatto grandi cose in quei giorni, siamo sempre stati all’aria aperta e abbiamo sempre tenuto la mascherina, che sicuramente ha aiutato.

Rimane un problema

Il sabato (9 giorni dopo i primi sintomi) dovevamo lasciare l'Airbnb dove eravamo e a ruota ci aspettava la casa dove dovevamo andare a fare le vacanze con i nostri amici. Che si fa?

Be', nella vita le cose non capitano mai per caso: avevamo scelto un Airbnb nel mezzo del nulla, sperduto nelle colline/montagne dell'Extremadura, perché volevamo stare fermi lì e riposarci per una settimana.

Chiamiamo i proprietari e spieghiamo la situazione ‚Ästnei dettagli perch√© in questi casi l'onest√† √® la cosa pi√Ļ importante. Sono gentilissimi, accettano di ospitarci lo stesso con alcune condizioni, come portare i nostri asciugamani, mettere le lenzuola in un sacco nero prima di andare via e lasciare la casa libera un giorno prima affinch√© possano¬†ventilarla bene e pulirla¬†a fondo per gli¬†ospiti successivi.

Centro Riabilitazione Covid

Ormai la nostra quarantena è quasi finita (qui i Spagna sono 10 giorni e poi ti dicono che se non hai sintomi puoi riniziare vita normale) e stiamo bene, ma scherziamo chiamando la casa dove siamo diretti "Covid Rehab Centre".

Siamo saliti in macchina a Marbella e siamo scesi tre ore dopo alla casa rurale, non ci siamo mai fermati per non avere contatti con nessuno. Siamo stati lì una settimana nel totale riposo. Camminando nella natura. Nuotando in piscina. Registrando video di ballo (come quello che probabilmente hai visto su Instagram).

E poi stavamo di nuovo tutti bene e il Covid è passato così, tra emozioni contrastanti, risate con amici veri, grida di bambini che giocano felici, zero dispositivi, zero social, balli, nuotate, camminate, tortillas de patata, paella e gambas al pil pil.

…

Non so nemmeno come chiudere questa mail.

Oggi ci facciamo il secondo vaccino: sì, dobbiamo farlo comunque perché avendo fatto Covid e vaccino insieme, la seconda dose è comunque il "booster" che ci manca per avere la copertura.

E poi sabato lasciamo Marbella e ripartiamo per un viaggio lungo, ma questa è un’altra storia.

Prima di salutarti, ti lascio qui i post nuovi di questi mesi (ho scritto parecchio, li hai letti tutti?): 

I post sul blog

E ti lascio anche gli episodi nuovi del podcast (li hai ascoltati tutti?):

Gli episodi del podcast

Il post e l'episodio del podcast sui due anni è piaciuto a tanti: li hai già visti?

Ah,¬†e ho anche aggiornato il mio corso online co-schooling: ho aggiunto alcuni libricini stampabili che ho creato per i miei bimbi¬†per un primo approccio alla lettura (e che faranno parte di un nuovo progetto) e ho anche aggiunto un modulo che si intitola "La realt√† dietro il web" in cui aggiungo periodicamente video di quando lavoro (gioco in maniera produttiva)¬†con i miei bimbi ‚Äď s√¨, anche le volte che non tanto bene non va. Se ti interessa puoi dare un'occhiata al corso qui ->¬†Co-schooling: Educare a casa.¬†¬†¬†

E poi basta,¬†ti abbraccio¬†ūü§ó

Carlotta

Ps. Lo sapevi che quando sei nel tuo account su La Tela puoi anche marcare alcuni post come preferiti e compaiono nella tua area personale? In¬†ogni post, al fondo, c'√® un bottone "Aggiungi ai preferiti" ūüôā¬†Ti invito a provarlo, cos√¨ li ritrovi in fretta se li vuoi rileggere!

Ps2. E sapevi anche che visto che sei un membro La Tela nella tua area personale puoi leggere tutte le newsletter passate?

Ps3. Sto lavorando a un progetto che non vedo l'ora di lanciare, presto ti racconter√≤ qualcosina in anteprima ūüėć

Ps4. Mannaggia, come ci manca la Nuova Zelanda… 

Newsletter

Una newsletter mensile ricca di semini per la mente e consigli pratici da applicare in famiglia.

Ricevi già la newsletter!
La prossima newsletter sarà inviata il 30 settembre 2022.
2022
2021
2020
2019
2018

Il tuo tempo e la tua privacy sono importanti per noi.

Facile iscriversi, ancora pi√Ļ facile cancellarsi.
Se la mia newsletter non fa per te, ti puoi cancellare con un click. Anzi, nel tuo profilo ti abbiamo messo una sezione dove decidere facilmente se ricevere o meno la newsletter. Se quello che scrivo non ti arricchisce, scegli di non riceverla: c'è già troppo rumore vuoto là fuori!
Una volta al mese (pi√Ļ qualche sorpresa).
Non apprezziamo quando ci iscriviamo alla newsletter di un sito e a ogni comunicazione ci inviano una newsletter… non vogliamo farlo a te. Su La Tela la newsletter te la inviamo l'ultimo venerdì del mese in cui non esce il podcast o per comunicazioni che ti piacerà ricevere (tipo quando aggiorniamo i corsi o mettiamo qualche coccola gratis in un prodotto che hai comprato).
Nessun tracciamento e nessuna pubblicità.
La tua privacy per noi √® importante: la tua mail √® archiviata in maniera crittografia e non sappiamo quando e se apri link nella nostra newsletter ‚ÄĒ sono affari tuoi. E poi siamo sommersi di siti e app in cui pensi a un prodotto e ti ritrovi la pubblicit√† su Instagram. No, grazie! Qui su La Tela non succede!