La Tela
it en es

Dubrovnik con bambini

nov 9, 2021

Siamo viaggiatori a tempo pieno e quando viaggiamo scoviamo spesso piccole gemme. Non metterò molti link (perché i link vanno mantenuti e questo non è un blog di turismo 😉), ma potete cercare i nomi su google maps: sono tutti testati da me, Alex, Oliver ed Emily (che qui avevano 4,5 e 6 anni).


Dubrovnik ci ha sorpresi: quasi tutti parlano più di una lingua, tanti parlano un ottimo inglese e molti parlano anche italiano. La città è meravigliosamente pulita (a malincuore devo ammettere che è stata una boccata d'aria fresca arrivando dal sud Italia dove la spazzatura ricopre quasi ogni strada). La gente è accogliente e cordiale. La città vecchia è estremamente turistica, ma ha un fascino pazzesco.

Siamo stati in una casetta AirBnb che abbiamo adorato in quella che per noi è la zona più bella: Lapad.

Le cose che abbiamo adorato:

  • Il lungomare che parte dall'area pedonale di Lapad è mozzafiato: si può camminare sulla passeggiata o scendere attraverso le ripide scalette fino agli scogli. Io e Alex salivamo e scendevamo e i bimbi camminavano sugli scogli come dei granchietti.
  • La penisola di Lapad è bellissima da fare in bici. Sono circa 5km che percorrono tutta la penisola passando vicinissimi al mare. Ci sono tantissime spiagge piccole di pietre dove fermarsi e lungo il percorso ci sono viste bellissime del ponte.
  • I bambini hanno fatto lezioni di tennis per tutto il mese al Club di Tennis. Cerca su Google “Tenis Klub Dubrovnik”.
  • La città vecchia è affascinante, anche se ormai completamente turistica (solo un centinaio di gente del luogo ci vive ancora). Vale la pena visitarla con una guida. Noi abbiamo fatto il tour in Tuk Tuk elettrico con Eco Tuo Tours Dubrovnik che ci ha portati in tuktuk sul ponte Franjo Tudman e poi al punto panoramico (si arriva anche con la funivia dal centro, ma così è stato bellissimo!) e poi ci ha fatto visitare a piedi il centro, con tanto di una fermata “speciale” alle 12:00. 
  • Le mura della città vecchia valgono davvero la pena, anche se non è economico: 200 KUNA (26€) per adulto, i bambini sotto 7 anni vanno gratis. Le viste sono spettacolari e il percorso sulla mura è davvero talmente interessante che i bimbi non si sono mai lamentati.
  • Ristoranti che abbiamo amato a Lapad: Chihuahua (messicano), Shizuku (giapponese), Fish Bar El Pulpo (pesce e cucina tipica), Pantarul (cucina locale sofisticata) e se vi manca una pizza per noi la migliore è Pizzeria Papillon. In centro è tutto troppo turistico: abbiamo conosciuto un papà al parco giochi che ha il ristorante Mama's Pot Tavern, ma non siamo riusciti a provarlo. 
  • Da Lapad parte anche una bella camminata in collina nel Forest Park Velika and Mala Petka: la meta è una torre dell'antenna, nulla di speciale, ma la vista è bellissima.

Da parlare con i bambini

La guerra in Croazia è finita solo nel 1994. L'intera città vecchia è stata distrutta da oltre 5.000 bombe e poi ricostruita. Abbiamo parlato con i bimbi del fatto che quando la nostra guida del Eco Tuk Tours aveva la loro età c'era la guerra, della paura che devono aver provato. Abbiamo fatto domande e abbiamo riflettuto molto. Non era la prima guerra di cui parlavamo (quella fu Vietnam due anni prima), ma era la prima volta che rispondevamo a domande difficili: “Perché le persone vogliono uccidersi?”. 💔 Parlate con i vostri bambini delle guerre nel mondo, ce ne sono più di quante pensiamo. 

Parole utili da sapere

  • Buongiorno (quando si entra in un negozio / bar): Dobar dan
  • Grazie: Hvala
  • Scusa: Oprosti
  • Mi scusi?: Ispričajte me
  • Per piacere: Molim
  • Come stai?: Kako si?
  • Arrivederci: Nasvidenje 
  • Sì: Da
  • No: Ne

Tra l'altro, imparate queste e ve la cavate anche in Slovenia (molte parole sono simili). 

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!