La Tela di Carlotta
it en es

Quando i fatti cambiano… cambi con loro? (Team Mama)

feb 1, 2016

Grazie a Greta per questa bella foto artistica :-)

Oggi inizio una nuova rubrica su La Tela. Ho notato che ci sono tante mamme che hanno qualcosa di interessante da dire, che vogliono dirlo, a cui piace scrivere ma non lo fanno, che coglierebbero l’opportunità di scrivere per un blog in un batter d’occhio. Questa rubrica è per tutte quelle mamme, Team Mama. Se sei una di loro, scrivimi a carlotta@lateladicarlotta.com.

Oggi lascio la parola a Greta, una ragazza tedesca neo mamma di un meraviglioso bimbo.


Quando i fatti cambiano… (post di Greta)

La vita è un continuo cambiamento. Almeno questa sembra essere l’unica costante nella mia. Ho vissuto molti cambiamenti, il più recente diventare madre. Così, ora che ho finito il mio primo anno da principiante in questo campo e che inizio lentamente a trovare un po’ di terra sotto i miei piedi, Carlotta mi ha gentilmente offerto di condividere alcune mie esperienze e riflessioni con voi.

Prima di tutto, ci tengo a dirvi che ho un meraviglioso bimbo che ha ora 14 mesi, bello dentro e fuori, che rende me e suo padre estremamente orgogliosi.

Questo stesso meraviglioso ometto mi ha reso la cavia di un interessante esperimento; che cosa succede se sei deprivata dal sonno per 14 mesi? Be’, la continua assenza di sonno ti fa degli scherzi interessanti. Nel mio caso, mi trasforma in uno zombie in alcuni giorni e in una piccola ragazzina indifesa e piagnucolosa in altri.

Ovviamente, dal mio punto di vista questo è totalmente logico e condividerlo con la gente dovrebbe farmi sentire un senso di liberazione. Dici loro che momento stai attraversando e tutti si zittiscono e ti ammirano per questo gigante sforzo. NO! Questo non è affatto cosa succede quando sei una neo mamma. Tutti hanno qualcosa da dire, consigli da darti. Non capiscono che i consigli sono l’ultima cosa di cui ho bisogno!?! Non sanno che a volte anche il buono stroppia!?! Nessuno gli ha mai detto che gli zombie mordono!?!

Ho questa amica, una delle mie migliori amiche, madre di due bellissimi bambini, che sta cercando di fare il suo meglio per aiutarmi. E lo fa dandomi—ci hai azzeccato—consigli!

Qualche giorno fa, dopo essermi lamentata di non avere abbastanza tempo con mio marito, mi ha cordialmente dato di nuovo il suo consiglio. Con le migliori intenzioni, ovviamente. Questo ha incluso cose come; perché sto ancora allattando; non avevo detto che avrei smesso all’anno; perché non posso semplicemente rendermi la vita semplice; la gente inizierà a compatirmi se continuo così; e—il meglio del meglio—magari non ero pronta ad essere madre.

Mi sono sentita ferita, con le spalle al muro. Questo è quello che pensa di me una delle mie migliori amiche?

Mi ha fatto pensare. Cosa fai quando i fatti cambiano? Quando la tua vita, le tue idee, il tuo mondo cambiano tanto da alienare i tuoi amici? Ci provi lo stesso? Riesci non solo a vedere i tuoi limiti, ma ad elevarli al punto da lasciare che un’amicizia si basi sull’ignoranza?

O ti permetti di cambiare idea sui tuoi amici, la tua famiglia, la tua vita e soprattutto su te stessa? Cambiare idea su chi eri per dare il benvenuto alla nuova tu, tu che sei ora madre, diversa da qualsiasi altra madre; tu che che vuoi imparare le cose, ma con i tuoi tempi e le tue proprie esperienze; tu che te ne freghi del facile e pensi solo al giusto: che ridefinisci le amicizie, che costruisci sulla base dell’accettazione e della conoscenza.

Magari sì, mi permetterò di cambiare idea. E magari dirò solo, “Alla prossima, mia cara, cara amica”.

Se ti va di condividere i tuoi pensieri scrivi a carlotta@lateladicarlotta.comAnonimo o no, decidi tu :-)

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Penso che questi ti piaceranno

La missione de La Tela è accompagnare papà e mamme nel viaggio della genitorialità e dare opportunità a genitori di talento di condividerlo nello Shop.

Nella mia newsletter ti racconto (circa una volta al mese, ma soprattutto quando mi sento ispirata) aneddoti e progetti personali e pensieri a random – nelle precedenti ho parlato del dolore due bambini, del mascherare le nostre emozioni di adulti, di come continueremo a viaggiare questa estate…

Ciao! Ti va di conoscere i miei progetti futuri e la mia ragnatela di pensieri?
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!