La Tela di Carlotta
it en es

Mio figlio piange disperato in macchina (15 mesi)

gen 26, 2021

Foto: la mia nonna Bruna che mette un Oliver piccolo nel seggiolino.

Dovete sapere che nel mio corso online Educare a Lungo Termine ho un modulo in cui pubblico alcune domande dei genitori (anonime) e le mie risposte, perché credo possano aiutare tutti. Ho deciso di farlo anche qui ogni tanto. Spero vi piaccia. L'argomento di oggi è molto frequente nelle domande dei genitori.

Oggi rispondo a una mamma che mi ha lasciato un commento a un articolo sul post: Disciplina positiva in stile Montessori (lo trovi nei post consigliati sotto).  

Domanda della mamma

Ho un bimbo di 15 mesi e mezzo e non posso lamentarmi di lui. Solo da una settimana ha iniziato a farsi venire delle “crisi di pianto” di mezz’ora se gli nego di fare qualche cosa, ad esempio se in macchina vuole andare davanti dal papà… e ovviamente non glielo permetto.

Oltre a non fermarsi dal piangere, io provo ad abbracciarlo e spiegargli la motivazione, ma lui si irrigidisce e mi respinge… e piange, piange, piange! Non riesco a calmarlo, nonostante io ci provi con un abbraccio e parole dolci.

Come posso provare a tranquillizzarlo in quei momenti? Sembra che debba sfogarsi, ma non lo ha mai fatto, ora succede quasi tutti i giorni da una settimana. Ti ringrazio per il tuo tempo.

Risposta di Carlotta

Il tuo bimbo sta entrando in una fase in cui si rende conto di essere una persona a se stante, separata da voi, con la sua volontà. E vuole mettere in pratica quella volontà!

Proverei dandogli sempre due opzioni, in modo che abbia la possibilità di scegliere: in macchina potrebbe essere non relazionato all'andare davanti, per esempio prima che inizi la crisi potresti offrirgli una scelta di due giocattoli, due canzoni… Questo aiuta a soddisfare la sua necessità di decidere. (Dargli due opzione tra cui scegliere per me è fondamentale sempre in questa fase, dal vestirsi, al mangiare…).  

Hai provato a farlo andare davanti con il papà qualche minuto prima di mettervi a guidare? E giocare a guidare? 🚗 "Vuoi giocare 5 minuti a guidare con papà, e poi vai nel tuo seggiolino?". Magari metti un timer che lo incuriosisce e distrae. Magari fagli un volante di cartone: dopo che ha guidato davanti con papà, può usare il suo volante per continuare a "guidare con papà", ma al sicuro nel suo seggiolino.

Detto tutto questo, sappi che le crisi di pianto in macchina a questa età sono molto comuni: i bambini hanno una forte necessità di muoversi (sono nel pieno periodo sensitivo del movimento!) e il loro senso di volontà sta crescendo: questa combinazione ovviamente non funziona con il restare "imprigionato" nel seggiolino (che è come lo vive lui).    

Quindi se nulla di tutto ciò che ho scritto sopra funziona, non ti abbattere. È una fase. Ti consiglierei di rimanere il più calma possibile, lasciarlo piangere (è triste, ma il seggiolino in macchina è un limite inevitabile) e quando arrivate, cercherei di prendergli le manine e respirare con lui, sincronizzare la respirazione, abbracciarlo senza parlare (se ti lascia).

Ricorda, il pianto è l'unico modo che ha di sfogare la sua frustrazione, se potesse ti articolerebbe un discorso lucido sul perché il suo corpo e il suo cervello proprio non gli permettono di stare "imprigionato" nel seggiolino in quel momento, ma visto che non può, "piange, piange, piange".

Passa anche questa fase, te lo assicuro. Tieni duro! 🙂    

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Commenti

Francesca • gen 29, 2021

Ciao Carlotta, mi è proprio piaciuto e mi hai dato delle belle idee per il mio bambino che ha quasi 2 anni.
Ed anche mi piace ricordare che è una fase è che passerà...
Un forte abbraccio dall' Argentina

🌸 Carlotta • gen 30, 2021

Ciao e grazie per il tuo commento! Sì, bello ricordare che è solo una fase, è proprio così! 🙌 Un abbraccio dalla Nuova Zelanda 🌸

🌸 Carlotta • gen 30, 2021

Ciao e grazie per il tuo commento! Sì, bello ricordare che è solo una fase, è proprio così! 🙌 Un abbraccio dalla Nuova Zelanda 🌸

Sara • gen 28, 2021

Ciao Carlotta! Ho letto con piacere questo tuo articolo perché a volte succede anche con il nostro piccolo di 12 mesi.
Noi proviamo sempre, come hai detto tu, a proporgli dei giochi oppure dargli cose interessanti per lui. Inoltre anche quando mettiamo canzoni che a lui piacciono sta più tranquillo.
Pero quando tutto ciò non funziona, noi a volte ci fermiamo, in una zona verde, gli do un po di pappa o di latte e poi scendiamo dalla macchina e facciamo due passi in campagna così da farlo sfogare un po', oppure, sempre fermi in mezzo alle campagne lo facciamo stare un po davanti con noi, giochiamo, gli do un po di latte e poi ripartiamo ( questo nei viaggi lunghi).
Dici che può andar bene come soluzione?
Grazie della tua risposta❤
Sara

🌸 Carlotta • gen 30, 2021

Se per voi funziona e vi sembra che risolva la situazione, mi sembra perfetta. Ottimi consigli anche per gli altri genitori che ci leggono 🤗🌸

Penso che questi ti piaceranno

La missione de La Tela è accompagnare papà e mamme nel viaggio della genitorialità e dare opportunità a genitori di talento di condividerlo nello Shop.

Nella mia newsletter ti racconto (circa una volta al mese, ma soprattutto quando mi sento ispirata) aneddoti e progetti personali e pensieri a random – nelle precedenti ho parlato del dolore due bambini, del mascherare le nostre emozioni di adulti, di come continueremo a viaggiare questa estate…

Ciao! Ti va di conoscere i miei progetti futuri e la mia ragnatela di pensieri?
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!