Group 5

Seguici su Instagram per accompagnarci nei nostri viaggi, nell'homeschooling e nelle nostre scelte di vita ed educazione. E non perderti le mie storie!

[Sapete che in questa foto piangevo? Uno di quei momenti in cui io e Oliver facevamo fatica]⁣
Quando sono giù.⁣⁣
Quando temo di aver scelto una missione impossibile.⁣⁣
Quando mi chiedo che senso abbia ciò che faccio (capita spesso, credetemi!).⁣⁣
Quando vedo piccoli essere umani trattati con poco rispetto e non posso fare nulla per evitarlo.⁣⁣
Quando mi sento inadeguata come madre.⁣⁣
Quando mi sembra di predicare bene e razzolare male.⁣⁣
Quando l’educazione che vorrei sembra un’utopia.⁣⁣
Quando penso che non c’è riuscita Maria Montessori, perché dovremmo riuscirci noi a cambiare l’educazione? (Poi mi rispondo che lei non aveva i social 😅 conta?) ⁣⁣
Quando mi sembra tutto troppo e voglio mollare.⁣⁣
⁣⁣
Ognuna di quelle volte. Puntualmente.⁣⁣
⁣⁣
Ricevo messaggi così 👉⁣⁣
⁣⁣
E allora ricordo che faccio ciò che faccio perché se posso mostrare che un’educazione diversa è possibile.⁣⁣
Se posso aiutare anche solo una famiglia. ⁣⁣
Se posso piantare anche solo pochi semini nelle menti di genitori come me.⁣⁣
Se posso mettermi a nudo e mostrare che perfino io, con tutti i miei difetti e i miei bagagli, posso cambiare.⁣⁣
Se posso mostrare quanti regressi sono necessari per il progresso.⁣⁣
Se posso nuotare controcorrente corrente per aprire la via.⁣⁣
Se posso sfatare qualche mito, qualche pregiudizio e mostrare che non per forza si deve fare come si è sempre fatto se sappiamo che c’è qualcosa di meglio – e il rispetto è sempre meglio.⁣⁣
⁣⁣
Allora sono felice.⁣⁣
Allora so che no, l’educazione non la cambio io, sola soletta, ma forse tutti insieme sì.⁣⁣
⁣⁣
Perché l’effetto a catena, a cascata, a valanga – chiamalo come vuoi – è reale ed è potente.⁣⁣

#iomidissocio