Seguici su Instagram per accompagnarci nei nostri viaggi, nell'homeschooling e nelle nostre scelte di vita ed educazione. E non perderti le mie storie!

I ”capricci” non esistono! I comportamenti che tradizionalmente chiamiamo capricci esistono, certo, ma è la parola capricci che è sbagliata: ha una connotazione negativa, mentre il comportamento non è negativo! È una crisi, un grido di aiuto, un manifestazione di rabbia e frustrazione quando un bimbo trova un ostacolo sul suo sviluppo. Perché, invece, non li chiamiamo crisi? E poi pensa a te stessa… quando ti senti fuori controllo vorresti qualcuno che ti punisse o che ti aiutasse a calmarti? Nel mio nuovo corso online per genitori, ho dedicato molte pagine a questo tema. È ora di sfatare il mito dei capricci! PS. IL CORSO È IN PREVENDITA!⁣⁣ link in bio. PS2. Quella è la nuova posa da foto di Oliver.
⁣⁣
🇬🇧 Tantrums don’t exist! The behaviors that we traditionally call tantrums do exist, it’s the word tantrums that is wrong: it has a negative connotation, while the behavior is not negative! It is a crisis, a cry for help, a manifestation of anger and frustration when a child finds an obstacle on his development. Why don't we call them crises, instead? Now think of yourself… when you feel out of control, would you like someone to punish you or to help you calm down? In my new online course for parents, I dedicated many pages to this subject. It's time to break the myth about tantrums! PS. That’s Oliver’s new photo face.
⁣⁣