La Tela
it en es

Alla scoperta delle frazioni con i mesi dell'anno

mag 9, 2022

Oggi vi mostro un gioco che ho fatto con Oliver e Emily per scoprire le frazioni usando i mesi dell'anno.

Se vuoi usare questo gioco, ho creato per te un PDF con frazioni da stampare e ritagliare e i mesi dell'anno, scaricalo qui (e poi stampa la lingua che usi con i tuoi bimbi). Noi abbiamo usato le perline dorate del nostro materiale Montessori di matematica, ma si può usare anche pasta o fagioli crudi. 

Abbiamo iniziato dall'etimologia: "frazione" arriva dal latino “frangere” ovvero rompere. Abbiamo quindi "rotto l'anno in parti: abbiamo ricordato che un giro della terra intorno al sole è uguale a 1 anno e contato quanti mesi ci sono in un anno.

Abbiamo preso i cartellini dei mesi e li abbiamo messi in una linea, in ordine.


Abbiamo poi messo una perlina dorata per ogni mese, contato le perline per poi metterle sul cerchio rosso, il nostro intero, stabilendo che 12 mesi formano un anno. In questo caso l'intero è formato da 12 perline.


Poi ho chiesto ai bambini come avremmo potuto dividere quei 12 mesi in due gruppi uguali. Dopo un paio di tentativi, questo è stato il risultato.


Poi abbiamo assegnato a ogni gruppo una metà (semicerchio rosso) e stabilito che abbiamo 6 mesi in ogni metà (sempre usando le perline, ma si può usare qualsiasi piccolo oggetto). Ecco la nostra prima frazione: ½.

Poi ho chiesto ai bimbi se riuscivano a dividere i mesi in 3 gruppi uguali. 

Tre parti dell'intero: la frazione è ⅓. Ci sono 4 mesi in ogni terzo. Ho lasciato perdere l'odine dei mesi per non interrompere la concentrazione.

Poi ho chiesto loro di dividere i mesi in 4 gruppi uguali. 

Quattro parti dell'intero: la frazione è ¼. Ci sono 3 mesi (3 perline) in ogni quarto.
 Poi ho chiesto loro di dividere i mesi in 6 gruppi. Ci è voluto qualche tentativo, ma ecco 1/6. Quando do loro un problema da risolvere come questo, di solito aspetto in silenzio e parlo il meno possibile.

Ci sono 2 mesi in ogni sesto e 6 sesti per formare un intero. 

Stessa cosa per 1/12.

È stato divertente scoprire che per dividerli in 12 gruppi dovevamo fare una linea di mesi, un po' come all'inizio, anche se disposta diversamente.
Alla fine, dopo aver ripetuto varie volte il processo e con tutti le frazioni visibili sul pavimento, quando ero sicura che avrebbero dato le risposte corrette, abbiamo praticato le divisioni. “Emily, quanto fa 12 diviso 2?”; “Oliver quanto fa 12 diviso 6?” (ovviamente lasciando che il lavoro fatto li guidi)… 

Non faccio domande se penso che non sapranno la risposta. E se sbagliano e non se accorge nessuno dei due di solito non li correggo, mi faccio un appunto mentale. Questo aiuta a formare la sicurezza in sé e invogliarli, spero, a lavorare con questo materiale di nuovo. Se l'apprendimento è frustrante non si impara: il gioco è come il bambino impara meglio.

Creazione di Emily alla fine del gioco con le perline dorate (le trovate su Le sette mm)  😂 .

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

Simona • mag 15, 2022

Stupendo!! Per me è molto difficile non correggere la mia bambina di 4 anni quando sbaglia qualche risposta (ci sto lavorando veramente taaanto), tuttavia proveremo presto a fare questo gioco (anche se in questo momento non è molto nel periodo sensitivo della matematica ma molto più in quello della scrittura.. però per cambiare glielo proporrò!!💪🏻💪🏻)

🌸 Carlotta • mag 22, 2022

Imparare a non correggere è stato difficilissimo anche per me (e a volte lo faccio ancora!), ma piano piano ci si fa l'abitudine 💜 Grazie per il tuo commento!

Penso che questi ti piaceranno

Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!