La Tela di Carlotta
it en es

Due modi di risolvere i conflitti tra fratelli (solo uno funziona a lungo termine)

giu 30, 2021

Scenario 1:

Oliver: Emily, smettila di spruzzarmi!

Emily: No!

Oliver: Mamma, Emily mi spruzza!

❌ Mamma: Emily! Smettila di spruzzare Oliver! È possibile che non riuscite mai ad andare d’accordo?

Emily reagisce con rabbia e lo rifà.

🙁 Ho creato una lotta di potere innecessaria.

Scenario 2:

Oliver: Emily, smettila di spruzzarmi!

Emily: No!

Oliver: Mamma, Emily mi spruzza!

✅ Mamma: Sono sicura che riuscite a risolverla da soli. Hai provato a chiederglielo gentilmente?

Oliver: Emily, puoi smettere di spruzzarmi per favore?

Emily: Ok, Oliver!

🙂 Ho dato loro fiducia e ho evitato la lotta di potere.

Perché ha funzionato?

👉 Perché sono anni che pratichiamo questo modo di risoluzione dei conflitti.

👉 Perché cerco di intervenire il meno possibile e di non essere giudice, ma mediatore.

👉 Perché Oliver giustamente ha piacere che la sua volontà sia rispettata, ma Emily altrettanto giustamente ha piacere che le si parli con rispetto.

In questo modo, io genitore:

👌 Mostro fiducia e rispetto ai miei figli

👌 Insegno il consenso

👌 Insegno la comunicazione rispettosa

👌 Insegno a risolvere i conflitti

[Tutto questo senza insegnare nel modo in cui pensiamo che un genitore debba insegnare: quando duchiamo a lungo temrine, non insegniamo dalla superiorità, insegniamo dal rispetto]

E quando non funziona?

👏 Insisto.

👏 Cerco di essere coerente.

👏 È un processo, mi fido del processo. So che se modello con rispetto, consenso e fiducia i miei bambini impararmi rispetto, consenso e fiducia. Se sono sempre pronta a criticare, puntare il dito, sgridare e decidere chi ha ragione, i miei figli faranno lo stesso.

Ps. Non va sempre così ma oggi, dopo tanti anni di pratica, ammetto che in percentuale funziona più così che al contrario. È un processo.

🎙Ascolta anche il mio episodio sui conflitti tra fratelli > late.la/podcast

Dimmi che cosa ne pensi

Ti è piaciuto? Sei d’accordo? Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi.

La missione de La Tela è accompagnare papà e mamme nel viaggio della genitorialità e dare opportunità a genitori di talento di condividerlo nello Shop.

Nella mia newsletter ti racconto (circa una volta al mese, ma soprattutto quando mi sento ispirata) aneddoti e progetti personali e pensieri a random – nelle precedenti ho parlato del dolore due bambini, del mascherare le nostre emozioni di adulti, di come continueremo a viaggiare questa estate…

Ciao! Ti va di conoscere i miei progetti futuri e la mia ragnatela di pensieri?
Lo so! Anche io sono triste che sia già finito!